CATANIA – Stamattina sciopero dei lavoratori dell’Istituto di Vigilanza “La Sicurezza” e sit-in davanti alla sede della Prefettura in via Etnea. La manifestazione, organizzata dalla Uil Tucs, avrà inizio alle 9.30. Da mesi, l’organizzazione Uil di categoria denuncia gravi violazioni contrattuali. In particolar modo, viene contestato ai vertici dell’azienda “La Sicurezza” la mancata rotazione dei turni di lavoro di tutto il personale e l’articolazione dell’orario tale da creare privilegi e/o discriminazioni con ricadute sulla retribuzione e sulla maturazione di altri diritti economici contrattuali. La protesta riguarda, inoltre, l’omessa programmazione di ferie e permessi, come previsto dalle vigenti disposizioni, il negato pagamento delle indennità chilometriche per il personale che svolge servizi su base regionale e distante dalla sede aziendale, il mancato riconoscimento del buono pasto e del livello d’inquadramento come previsto dal contratto collettivo, i ritardi nei rimborsi dovuti per il rinnovo di titolo di “Polizia e Tiro a segno”, l’incertezza nelle date di pagamento degli stipendi e persino nelle modalità di invio e consegna delle buste paga. La Uil Tucs, infine, segnala l’intollerabile atteggiamento aziendale che ha reagito alla proclamazione di sciopero con comportamenti vessatori nei confronti dei lavoratori.


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, sciopero dei dipendenti dell'Istituto di vigilanza La Sicurezza --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata