catania beneCATANIA – Domani 17 dicembre alle ore 17.00, presso l’Istituto omnicoprensivo “Angelo Musco” di Catania, verrà presentato l’ultimo lavoro di Sebastiano Ardita Catania bene (Mondadori.

Scritto con la lucidità dell’inchiesta, il libro mette in evidenza le strategie di potere dei Corleonesi a Palermo, e dei Santapaola – Ercolano a Catania: i primi agivano attraverso lo stragismo e i delitti eccellenti, i secondi attraverso “l’inabissamento” e le “collusioni”, fino ad arrivare al cuore dell’economia e della politica di una città dalle forti contraddizioni. Da un lato la ricchezza di certi quartieri, maggiormente manifesta agli inizi degli anni Ottanta, dall’altro il degrado dei quartieri a rischio che diventavano perfetto centro di manovalanza di Cosa Nostra.

Se questa è la Catania del passato, quali saranno gli sviluppi futuri? Di questo si parlerà all’I.O. “Angelo Musco” di Catania alla presenza dell’autore Sebastiano Ardita, procuratore della Repubblica aggiunto presso il tribunale di Messina.

L’evento è stato promosso dall’associazione “Amici di Villa Fazio” di Librino, e accolto dal dirigente scolastico Cristina Cascio che discuterà dei suddetti temi insieme a Giuseppe Strazzulla, coordinatore provinciale “Libera”, e Riccardo Orioles, giornalista co – fondatore de “I Siciliani”.

Modera l’incontro Genny Mangiameli, presidente dell’associazione “Amici di Villa Fazio” e da anni operante nelle periferie più difficili della città.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi