A Catania continua senza sosta l’attività della Guardia Costiera contro la pesca di frodo con un sequestro di 200 kg di bianchetto (neonata di sarda).
A seguito di una complessa operazione di Polizia marittima, condotta congiuntamente dalle Capitanerie di Porto di Catania e Augusta, oggi al porto di Catania sono stati fermati tre veicoli che trasportavano circa 200 kg di bianchetto di sarda appena sbarcato da tre pescherecci e pescato nelle acque antistanti di Agnone Bagni, località balneare vicina alle città di Lentini e Carlentini ma frazione di Augusta.
E’ noto, infatti, il divieto assoluto di pesca di specia ittiche sottomisura ed in particolare del bianchetto, ovvero della sardina allo stato neonatale. Tale pesca di frodo costituisce un gravissimo depauperamento della fauna ittica e per tale ragione è bandita dall’Unione Europea.
Per tali fatti sono state denunciate all’Autorità giudiziaria quattro persone ed il prodotto ittico è stato sottoposto a sequestro penale.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi