CATANIA – La scorsa notte, personale della Polizia di Stato ha arrestato Antonio Nocita (cl.1982), Fabio Antonio Rapisarda (cl.1987), Giacomo Sagone (cl.1980), Giuseppe Careri (cl. 1971), Placido Ventre (cl. 1965) e Carmine Musumeci (cl. 1987), in quanto ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di detenzione e trasporto di cocaina, resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni. Nel corso di un servizio volto ad frenare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, personale della Squadra Mobile – Sezione “Antidroga”, lungo la Sp. 12, ha notato un’autovettura Suzuki Swift e una Fiat 500X, che facevano da staffetta ad un autoarticolato. Successivamente la Suzuki Swift e il camion si sono immessi su una strada sterrata: i conducenti dell’autoarticolato hanno consegnato una busta all’uomo alla guida della Suzuki Swift, che si è diretto verso Catania, preceduto dalla Fiat 500X, rimasta in attesa lungo la S.p.12, mentre il camion si dirigeva verso il casello autostradale di San Gregorio di Catania.

Dopo un breve pedinamento, la Fiat con a bordo Nocita, Rapisarda e Careri, è stata bloccata, mentre il conducente della Suzuki Swift, dandosi alla fuga, si è sbarazzato di una busta contenente 7 panetti di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso complessivo di 8 kg. circa. Ventre e Musumeci, alla guida del camion, sono stati invece bloccati nei pressi del casello autostradale di San Gregorio. La droga, immessa sul mercato, avrebbe fruttato non meno di 2 milioni di euro.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi