Polemiche intanto dalla Polonia per un possibile ritardo nel pagamento dell’ultima rata di Chrapek da parte del club etneo.

Il Catania scalda i motori, adesso si, per cominciare una stagione che sarà indubbiamente difficile sotto qualunque punto di vista. La penalizzazione inflitta ai rossazzurri in sede processuale per gli ormai noti “fattacci” che hanno investito la vecchia dirigenza etnea sarà uno scoglio difficile da superare per poter disputare un campionato di vertice.

Per ambire ad una stagione da protagonisti il Catania ha ancora bisogno di rinforzi. Uno potrebbe arrivare a breve e sarebbe un graditissimo ritorno. Ciro Polito è infatti vicinissimo alla firma sul contratto che lo legherà di nuovo al club di via Magenta dopo sei anni.

Istinto e cuore nel dna del portiere napoletano, ben voluto dalla tifoseria che ha potuto apprezzarlo, seppur nelle poche presenze, dal 2004 al 2009 (esperienza in rossazzurro inframezzata dai prestiti al Pescara e al Grosseto). Attualmente svincolato, Polito si è allenato per tutta l’estate in attesa della chiamata giusta.

Si tratta anche per portare a Torre del Grifo una punta pesante, capace di realizzare un importante numero di reti.

Dalla Polonia, intanto, rimbalza una voce che interessa il Catania: il Wisla Cracovia è ancora in attesa dell’ultima rata per il trasferimento di Michal Chrapek dello scorso anno. Il calciatore è già lontano dalle pendici dell’Etna, essendo tornato in patria e più precisamente al Lechia Danzica ma la polemica rilanciata dal sito krakow.sport.pl è destinata a far rumore. La cifra in questione si aggirerebbe attorno ai 250mila euro.

Scrivi