CATANIA – Sarà inaugurato alle  10 di sabato 2 gennaio l’Emporio della solidarietà, aperto il 23  dicembre scorso in via Luigi Sturzo 91 promosso da “Spendiamoci bene”  con il sostegno e la collaborazione del Comune di Catania e la rete del  volontariato coordinata dall’ente.
“Con le associazioni – ha  detto l’assessore al Welfare Angelo Villari – abbiamo deciso di  rimandare la cerimonia inaugurale a dopo Natale perché abbiamo ritenuto  fosse più importante prima fare e poi parlare”.
Nel corso  dell’inaugurazione, alla quale sarà presente il sindaco di Catania Enzo  Bianco, saranno illustrati alla stampa l’organizzazione e il dettagliato  funzionamento dell’emporio e le prime cifre sul progetto, che prevede  anche l’istituzione di una “banca del tempo”.
“L’emporio – ha  detto Filippo Immé, presidente dell’associazione Accoglienza e  Solidarietà, capofila del progetto – rappresenta il nostro regalo di  Natale per i poveri di questa città e nasce dalla volontà di un gruppo  di organizzazioni di volontariato, da anni impegnate nell’accoglienza e  nel sostegno ai più bisognosi, di unire competenze ed esperienze per  fornire un aiuto alimentare, psicologico e sociale in modo regolare ed  efficace, alle famiglie in condizioni di grave disagio”.
L’Emporio  solidale è un vero e proprio supermercato di media grandezza, con  scaffali carrelli e casse in cui “acquistare” gratuitamente con una card  a punti, alimenti freschi e a lunga conservazione, abbigliamento,  prodotti per l’igiene della persona e della casa, articoli per la  scuola, prodotti per l’infanzia e anche giocattoli.
Della rete  “Spendiamoci bene” fanno parte oltre a Accoglienza e Solidarietà, Banco  Alimentare della Sicilia Onlus, Mani Tese Sicilia, Mettiamoci in Gioco,  Centro Aiuto alla Vita, Misericordia Maria Immacolata, Misericordia  Barrafranca, Società dell’Allegria, con il sostegno di Fondazione con il  Sud.
Nell’emporio è stato anche attivato un servizio H 24 di  distribuzione di colazione, tavola calda, pane, bevande calde, per  alleviare il disagio di persone in grave difficoltà economiche e  sociali.
A partire dal 31 dicembre,inoltre, così come  stabilito durante l’incontro di ieri in Comune alla presenza  dell’assessore Villari e del vicesindaco Marco Consoli, saranno messi a  disposizione, in aggiunta agli 85 già offerti da Accoglienza e  Solidarietà a persone senza dimora, altri 24 posti letto destinati agli  homeless del centro storico.
“Tutto questo – ha detto Immé – è  possibile grazie alla generosità di tantissimi benefattori e  all’impegno di tanti volontari che si spendono a favore delle vite che  hanno meno luce di altre e alla sensibilità e disponibilità  dell’Amministrazione comunale”.
“A Catania – ha concluso  Villari – stiamo sperimentando forme di assistenza innovative alle nuove  povertà che passano da una strettissima sinergia tra Comune e  Volontariato che nasce da una visione comune sulla necessità di  coinvolgere attivamente chi riceve aiuto senza mortificarne la dignità”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi