Tante le incognite, corsa contro il tempo per costruire la squadra per la prossima stagione.

Attenzione quasi totalmente rivolta alle indagini sul Catania e sul calcio scommesse, ma è arrivato il tempo di accelerare per Milazzo e Bonanno per costruire la squadra per la prossima stagione. Mentre si lavora per trovare una cordata di imprenditori che garantisca al Catania di giocare la prossima stagione serenamente e un investitore da cui ripartire per un progetto a lunga scadenza è dunque tempo di pensare al futuro prossimo. CdA riunito per ridisegnare il nuovo assetto societario, ancora poche certezze però, con le quote in vendita e troppe incognite legate appunto al possibile arrivo di una nuova proprietà e soprattutto alla categoria in cui il Catania giocherà la prossima stagione. Tutto verrà azzerato, cercando di dare una sterzata decisa rispetto al passato. La possibile retrocessione a tavolino in Lega Pro del resto obbligherebbe questo genere di scelta.

La squadra verrà quindi sicuramente smantellata, tante le offerte per diversi calciatori rossazzurri che hanno già le valigie pronte da tempo. Qualcuno potrebbe anche rimanere, come Rosina, ma ciò avverrà soltanto se ci sarà disponibilità nel rivedere le cifre astronomiche dei contratti. Il primo nodo da sciogliere, dal punto di vista tecnico, è quello del nuovo allenatore. Ancora sotto contratto Dario Marcolin, che al momento è a tutti gli effetti il mister degli etnei. Con ogni probabilità però non si dovrà attendere a lungo per la rescissione del contratto. Il profilo del sostituto sembra già essere stato delineato e corrisponde al nome di Giuseppe Pancaro. Parliamo dell’ex terzino, tra gli altri, di Lazio, Fiorentina e Torino che da qualche anno muove i primi passi come allenatore. Ironia della sorte, la prima esperienza, seppur come allenatore in seconda, Pancaro la fa al Modena, allenata in quel momento (stagione 2012/2013) proprio da Marcolin. Dopo un anno di inattività arriva la chiamata della Juve Stabia. L’esperienza in Lega Pro si conclude con un clamoroso esonero con la squadra terza in classifica. In attesa di capire quanto sia percorribile questa pista sarà necessario lavorare rapidamente sul mercato in uscita per poter poi organizzare la ricostruzione dell’organico. La scelta di Pancaro come nuovo allenatore darebbe continuità alla strategia dei rossazzurri di puntare su allenatori emergenti.

 

Scrivi