CATANIA – “Subito dopo Pasqua promuoverò un incontro tra Amt, Comune, Regione e Sindacati nel corso del quale discuteremo della situazione finanziaria dell’Azienda con l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio sulla base del documento che sarà approntato dal presidente Lungaro e dal direttore Barbarino. Lo stesso faremo con i deputati regionali catanesi”.
Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver incontrato nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti i segretari di categoria dell’Amt Alessandro Grasso (Filt Cgil), Mauro Torrisi (Fit Cisl), Franco Di Guardo (Uil Trasporti), Romualdo Moschella (Faisa-Cisal) e Giuseppe Scannella (Ugl Trasporti). Al confronto erano presenti inoltre Carlo Lungaro e Antonio Barbarino per l’Amt, l’assessore comunale al Bilancio Giuseppe Girlando e il consulente del sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano.
Il sindaco ha elogiato le organizzazioni sindacali per il loro senso di responsabilità “sia nei confronti dei lavoratori, sia nei confronti della collettività” e, oltre all’incontro con la Regione ha proposto di organizzarne un altro anche con tutta la deputazione regionale catanese.
“Dopo aver esposto – hanno sottolineato i rappresentanti delle cinque sigle sindacali – le preoccupazioni sul futuro dell’Azienda, le organizzazioni sindacali hanno accettato le iniziative che da subito si intraprenderanno per il rilancio dell’Amt stessa, fissando un primo incontro con l’Assessore regionale Pistorio e coinvolgendo tutti i deputati regionali catanesi”.
I rappresentanti sindacali hanno sottolineato come in sede aziendale si riaprirà una discussione sui problemi interni ed a breve si avranno notizie certe per il pagamento dello stipendio del mese di marzo. Inoltre é stata evidenziata la grande sintonia con l’Amministrazione per la disponibilità al dialogo e per la capacità di analizzare le criticità dell’Amt. Queste sono state individuate principalmente negli obiettivi chilometrici e nella loro certificazione mentre alla Regione é stata chiesta un’attenzione maggiore al comparto pubblico. L’ipotesi di obiettivo chilometrico espressa dal presidente Lungaro è stata quella di nove milioni di chilometri all’anno.
A preoccupare i Sindacati è comunque la situazione economico-finanziaria contingente, causata, come è stato sottolineato nel corso dell’incontro, anche da ritardi nella trasformazione in spa causati dalla passata gestione e che rischia di pesare sul futuro dell’Azienda.
“Abbiamo la fortuna – ha detto Bianco – di avere un assessore regionale come Giovanni Pistorio che ha molto a cuore la situazione di Catania. L’incontro sarà l’occasione per impostare correttamente la questione dei chilometri. Inoltre, poiché l’Azienda metropolitana trasporti è un patrimonio non soltanto di Catania ma dell’intera città metropolitana. E bisogna cominciare a pensare di far entrare nella spa anche gli altri Comuni, a cominciare da quelli già serviti. Contemporaneamente attendiamo suggerimenti da parte vostra e l’impegno a rendere sempre più efficiente l’azienda”.
L’assessore Girlando ha infine sottolineato l’urgenza “di raggiungere prima possibile l’equilibrio di Bilancio di Amt”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi