Mercato in stand-by. La dirigenza prova a portare alle pendici dell’Etna un altro centrale difensivo e un attaccante.

di Gianluca Virgillito

Il Catania, impegnato ancora in sede di mercato alla ricerca degli ultimi colpi per completare l’organico, vede slittare ancora l’esordio in Lega Pro. Infatti è stata rinviata ufficialmente dalla Lega la gara che i rossazzurri avrebbero dovuto disputare al Massimino domenica 13 settembre contro il Cosenza. Dopo la prima giornata con il Monopoli salta anche il secondo turno e non è da escludere che la stessa sfida tra le due ex incognite venga rinviata ulteriormente. Per il Catania  la prima potrebbe dunque giocarsi a Matera, contro la squadra di Dionigi che ha battuto l’Akragas di Legrottaglie.  Un Girone C pazzo dalle primissime battute quello che vedrà protagonista il sodalizio etneo. Le sconfitte di Foggia (nell’anticipo con la Paganese), Lecce e Juve Stabia, considerate vere e proprie corazzate per la categoria, hanno già messo in chiaro che sarà un campionato combattutissimo e senza esclusione di colpi. Il Catania dovrà battagliare e sudare per azzerare la penalizzazione di 9 punti e salvarsi con tranquillità.

Sul fronte trasferimenti secondo tuttomercatoweb sarebbe vicinissimo il tesseramento in prestito del centrale difensivo Kastriot Dermaku dell’Empoli. Il giovane classe ’92 ha giocato a Melfi nella passata stagione dimostrando di avere le qualità per far bene. Per il pacchetto avanzato la dirigenza studia possibili opportunità a basso costo, mentre è praticamente certo che Luigi Falcone, già a Torre del Grifo da diversi giorni, firmerà il contratto che lo legherà ai rossazzurri.

Anche per il Messina, che avrebbe dovuto giocare in casa con l’Ischia, la prima di Arturo Di Napoli sulla panchina giallorossa è stata rimandata.

Scrivi