CATANIA – Smantellato un mercatino dell’usato non autorizzato in via Acquicella, di fronte al primo cancello del cimitero comunale. L’operazione antiabusivismo –  coordinata dal vice comandante del Corpo, colonnello Stefano Sorbino, ha coinvolto gli ispettori del Nucleo anti abusivismo commerciale della Polizia municipale, con l’ausilio di operai e mezzi della Multiservizi, permettendo il sequestro di un grande quantitativo di oggetti usati tra cui letti, divani, poltrone, comodini, armadi, tavolini, sedie, quadri, materassi, lampadari, frigoriferi, televisori, fornelli da cucina, vasi di ceramica e di terracotta e oggettistica varia.

MERCATINO 3Nello stesso luogo, nell’ottobre scorso, la medesima squadra aveva già smantellato un mercatino sequestrando tutta la merce allo stesso commerciante, F. D. di 50 anni, privo allora come oggi di qualsiasi autorizzazione amministrativa.

Gli Ispettori della Polizia municipale hanno notificato al commerciante abusivo tre verbali amministrativi, per un importo pari a mille euro e due verbali di sequestro.

La merce, che occupava circa duecento metri quadrati di suolo pubblico, grazie anche all’impiego di un’autogru e due furgoni della Polizia municipale, è stata convogliata in un’area comunale protetta in cui sarà custodita in attesa del provvedimento di confisca che precede la distruzione o la distribuzione in beneficenza della merce.

“Quando il mercatino  – ha sottolineato l’assessore alla Polizia urbana Marco Consoli – venne per la prima volta smantellato, spiegai che si inquadrava in una più vasta operazione per riconquistare al vivere civile zone sempre più ampie della città. Il fatto che il mercatino sia stato ricostituito dimostra che la guerra all’abusivismo è lunga e difficile. Per fortuna però fasce sempre più ampie di cittadini collaborano con noi segnalandoci situazioni di illegalità in varie zone della città”.

Scrivi