CATANIA – È uno dei quartieri più antichi di Catania; nelle sue vicinanze ci sono molte facoltà universitarie, tre ospedali (Santo Bambino, Vittorio Emanuele e il vecchio Garibaldi) e alcuni uffici comunali. Eppure negli ultimi decenni ha visto la sua popolazione scendere vertiginosamente, anche a causa dei problemi legati alla viabilità, al rispetto dell’ambiente e alla valorizzazione del patrimonio culturale e archeologico. Per non parlare dei terreni abbandonati invasi dalle erbacce che, all’occorrenza, diventano bivacchi per senza tetto

antico corso (2)Parliamo dell’Antico Corso di Catania, per il quale il consigliere comunale Carmelo Sofia propone “un tavolo tecnico con esperti comunali, consiglieri di quartiere, associazioni e comitati cittadini”. Scopo dell’iniziativa è “creare una forma di sviluppo partecipato, valorizzando al massimo tutte le risorse a disposizione, e coinvolgendo anche i tanti studenti fuori sede che qui abitano temporaneamente”.

Secondo Sofia, il tavolo dovrà occuparsi di “servizi, infrastrutture e spazi per i bambini al posto di degrado e abbandono. Questioni che vanno affrontate urgentemente con l’attuale amministrazione comunale”.

Scrivi