Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA – Il maltempo di questi gironi ha dato il colpo di grazia ad una situazione già disastrosa. Quello che sta succedendo in via Tellaro e in via dei Calici è il simbolo di una mancanza di interventi di manutenzione costante che ha provocato danni per migliaia di euro con i residenti che si sono ritrovati abitazioni, scantinati e garage invasi dal fango. In questa parte di San Giorgio il sistema per il deflusso delle acque piovane non ha funzionato a dovere con la conseguenza che via Dei Calici è stata completamente allagata mentre la voragine presente da mesi in via Tellaro rischia di ampliarsi enormemente perché il terreno sottostante praticamente è instabile. In passato il sottoscritto consigliere comunale Maurizio Mirenda ha effettuato un sopralluogo in zona raccogliendo le preoccupazioni dei residenti. Lavori di manutenzione straordinaria già inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. In questo contesto diventa fondamentale riparare le tubature danneggiate, ripulire le caditoie dai detriti e coprire l’enorme buca. Transenne e nastro di pericolo non servono assolutamente a nulla e serviranno ancora di meno quando San Giorgio subirà un’altra eccezionale ondata di maltempo. Cosa farà l’Amministrazione allora? Assisteremo al consueto scarica barile? Bisogna fare qualcosa ora visto che il tempo permette quantomeno di effettuare opere tampone che possano ridurre al minimo i rischi alla sicurezza e alla viabilità di un territorio abitato da migliaia di famiglie. La preoccupazione oggi è che lo smottamento, le piogge torrenziali e il continuo passaggio di auto e camion non faccia altro che trasformare Via Tellaro in un’enorme cratere oppure, con l’acqua alta, si isoli ancora via dei Calici dal resto della città. La pazienza dei cittadini è ormai esaurita e questo non fa altro che suscitare profonda amarezza verso un’amministrazione che riesce a trovare i fondi per costruire una pista ciclabile ma non riesce a reperire il denaro necessario per riparare un danno che stanno mettendo in ginocchio un intero quartiere. Forse il lungomare è più importante del territorio di San Giorgio? Il totale immobilismo di questa amministrazione è la risposta più chiara che si possa dare alla cittadinanza.   

Maurizio Mirenda, consigliere comunale di Catania


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, strade distrutte dopo la pioggia a San Giorgio --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata