Un servizio navetta che collegherà gratuitamente piazza Verga e piazza Raffaello Sanzio al centro storico di Catania, con possibilità di parcheggiare senza alcun costo nelle suddette aree, e l’introduzione delle tariffe notturne sulle strisce blu. Queste le novità annunciate oggi dall’amministrazione catanese riguardo servizi e problematiche di viabilità nella città di Catania, con l’obiettivo di limitare il congestionamento del traffico e lottare contro i parcheggiatori abusivi.

MovidaBusProgetto che era partito mesi fa – spiega il vice sindaco Marco Consoli – in via sperimentale, con partenza da piazza Carlo Alberto. Tramite incontri con residenti e commercianti ci siamo resi conto che era necessario un cambiamento per permettere a quanti più giovani e cittadini possibile di raggiungere il centro storico. Abbiamo allora optato per piazza Verga e piazza Raffaello Sanzio, dove saranno messi a disposizione dei parcheggi gratuiti da cui partirà il MovidaBus, che collegherà senza alcun costo di biglietto queste due aree alle vie del centro di Catania, con delle pattuglie di Polizia municipale a controllare e vigilare sul servizio“.

Al via anche la tariffazione notturna sulle strisce blu delle vie del centro storico: “Il costo sarà di 50 centesimi ogni mezz’ora – spiega Consoli – e di 1 euro l’ora. L’obiettivo è quello di smantellare l’abusivismo dei parcheggi, per questo chiediamo la totale collaborazione dei cittadini. Dove non ci aiutano le leggi tenteremo noi di portare concretezza“.

Il progetto partirà dal 1 Agosto, ma per una settimana non saranno previste sanzioni: “Per venire incontro al cittadino – annuncia l’assessore alle attività produttive Angela Mazzola – nella settimana dal 1 al 7 Agosto non verranno applicate sanzioni, ma verrà esposto sulle auto il cosiddetto “biglietto cortesia”, che fornirà le indicazioni relative a questa novità per favorire la comunicazione e la conoscenza del progetto. La partenza in periodo estivo è stata strategica, per permettere di limare i dettagli e effettuare eventuali cambiamenti quando ancora l’affluenza di persone non è elevata come lo sarà a Settembre“.

MovidaBusOltre al MovidaBus, è previsto anche un servizio di taxi a tariffa fissa: “Il MovidaTaxi – continua l’assessore Mazzola – sarà una linea a tariffa fissa che permetterà di raggiungere il centro storico e i lidi “Cucaracha” e “Le Capannine” della playa, con un costo fisso di 10 euro. Con veicoli da 4 a 8 persone, il costo per i giovani sarà esiguo e, ci auguriamo, sarà possibile evitare tristi incidenti alla guida dovuti all’abuso di alcol“.

Tante le modalità di pagamento per il servizio: “Oltre ai classici parcometri – spiega Chiara La Spina, responsabile della Sostare –  che funzioneranno con modalità analoghe a quelle diurne, la tariffa potrà essere pagata in diverse modalità che sfruttano le tecnologie più moderne. Con il Neos Park si dovrà selezionare la quarta opzione, quella notturna. Con l’app “Easy Park” da smartphone si dovrà digitare manualmente l’area 1102 o rilevarla con il GPS, infine dopo l’estate sarà concluso un accordo con gli operatori telefonici per il pagamento via sms“.

Grande impegno nell’iniziativa legata alla movida anche da parte della Consulta giovanile, rappresentata da Giulio Ciccia: “E’ una piccola rivoluzione per il centro storico, con l’intento di eliminare l’abusivismo nei parcheggi. I prezzi sono inferiori a quelli chiesti illegalmente dai parcheggiatori, per cui chiediamo a tutti i cittadini di collaborare per migliorare la nostra città“.

Emanuele Strano

Scrivi