CATANIA − C’era entusiasmo e soddisfazione stamane a Palazzo degli Elefanti nel corso della presentazione delle “Strisce Rosa”, gli stalli che permetteranno la sosta gratuita a gestanti o giovani mamme in diverse zone della città.
Già lo scorso anno si era parlato sempre più insistentemente, di un piano di viabilità sostenibile che agevolasse lo spostamento cittadino delle donne in dolce attesa e delle mamme con prole al seguito che non abbiano superato i dodici mesi di età. Un progetto di progressione civica già molto in voga al nord, che mirerà a rendere meno faticosi i circuiti delle neo mamme, concentrandosi a tal proposito soprattutto nelle vicinanze di ospedali pediatrici, consultori, scuole materne, asili nido, ospedali pediatrici, centri commerciali e supermarket.
E non poteva che venire da una donna la proposta. L’idea dell’esponente del Partito Democratico della Terza Municipalità per facilitare la sosta alle auto guidate da donne in gravidanza o con bimbi piccoli, di età compresa tra zero e dodici mesi, è stata concretizzata formalizzando la proposta e depositandola alla quarta commissione consiliare permanente della Circoscrizione (Borgo Sanzio), che l’ha sposata in pieno portandola quindi all’attenzione del Consiglio Circoscrizionale e dell’Amministrazione comunale. I parcheggi rosa sono stati realizzati all’interno delle aree di sosta tariffata, colorando di rosa l’interno di alcune delle strisce blu e installando l’ apposita segnaletica verticale per identificare il parcheggio riservato alle donne in gravidanza o con bimbi piccoli.
Il progetto, inserito all’interno di un piano di mobilità solidale, mira a d estendersi anche ai padri attraverso un apposito pass, per permettere ad entrambi i neogenitori di evitare le consuete difficoltà che s’incontrano quando si è carichi di passeggini e pannolini.
Presenti oggi gli assessori comunali alle Pari Opportunità, Valentina Scialfa, alla Polizia Municipale, Marco Consoli ed alla Viabilità Rosario D’Agata, il comandante del Corpo di Polizia Municipale, Pietro Belfiore e il Vicecomandante Stefano Sorbino, i consiglieri comunali con in testa il presidente del Consiglio Francesca Raciti, i presidenti delle Municipalità ed i componenti dell’Ufficio “Pari Opportunità”. Le istituzioni hanno dichiarato univocamente grande soddisfazione per la realizzazione di un progetto all’avanguardia e di grande impatto sociale, che possa riqualificare la mobilità catanese, troppo spesso vessata da polemiche e problemi all’ordine del giorno.

“Un gesto di cortesia e sensibilità verso le donne, un’iniziativa fortemente voluta dall’Amministrazione e da tutte le parti politiche”.
Così l’assessore alle Pari opportunità Valentina Scialfa ha presentato nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti il progetto degli stalli rosa dedicati alle donne in gravidanza e alle mamme con figli sino a un anno di età. Al suo fianco, la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Garibaldi Giorgio Santonocito, il dirigente dell’Asp Catania Francesco Luca, il consulente del Sindaco per le Politiche sanitarie Francesco Santocono.
“Il sindaco Bianco − ha sottolineato Valentina Scialfa − ha voluto che gli stalli fossero gratuiti e realizzati sulle aree di parcheggio non a pagamento. Per il momento sono venti, numero che intendiamo incrementare. Gli stalli sono in tutte e sei le circoscrizioni e vicino a ospedali, Asp e ad alcuni uffici pubblici”.

“La sensibilità dell’Amministrazione comunale − ha detto la presidente Raciti − speriamo incontri la sensibilità di tutti i cittadini catanesi. Sarà un segnale di civiltà non occupare i posti ‘rosa’ così come quelli dedicati ai disabili”.

“Gli stalli, − ha sottolineato Santonocito − che provvederemo a istituire anche all’interno delle aree degli ospedali, si inseriscono in un progetto più ampio di attenzione nei confronti delle donne e di servizi al cittadino, che abbiamo avviato sotto l’egida della Prefettura di Catania sulla base della conferenza permanente e secondo le linee guida dell’organizzazione mondiale della Sanità 2013”.

Era presente alla conferenza stampa anche la consigliera comunale Maria Ausilia Mastrandrea che si è detta “lieta che la sua proposta in consiglio comunale sia stata ampiamente condivisa”. Sono intervenuti anche, fra gli altri, i consiglieri Daniele Bottino, Nuccio Lombardo e Beatrice Viscuso, i presidenti delle Municipalità cittadine Lorenzo Leone (VI), Salvatore Rapisarda (III), Salvatore Romano (I), la vice presidente della V municipalità Maria Grazia Felicioli, la consigliere di quartiere Laura Sicari, la responsabile dell’ufficio Pari Opportunità Sabina Murabito, e rappresentanti della società civile e dell’associazionismo, tra cui Grazia Giurato, Silvia Monterosso (Soroptimist), Anna Felice (Città felice).

Nicoletta Castiglione

 

 

 

 

 

Scrivi