Al termine del match del Massimino tra Catania e Sudtirol, Maurizio Pellegrino in Salastampa commenta la gara:

“Non abbiamo sbagliato nell’analisi della partita alla vigilia. Sapevamo che avremmo sofferto la loro brillantezza. In alcune situazioni non abbiamo rispettato le giuste distanze tra i reparti, potevamo far meglio. Ma per le condizioni in cui siamo oggi mi reputo soddisfatto. Ha giocato De Matteis e non mi è dispiaciuto. Durante l’ultimo allenamento abbiamo saputo che Parisi non poteva giocare in quanto squalificato. Lodi? Non ho pensato nè al mercato nè a nient’altro che non fosse legato alla partita. In questo senso ho preferito giocare la carta Calello, per contenere gli avversari nel migliore dei modi, e non mi è dispiaciuto. Terracciano? Si allena bene, ha parato tutto quel che c’era da parare e ha dimostrato di valere. Non faccio gerarchie, giocherà sempre chi sta meglio tra lui e Frison. Martinho? Lo volevamo proprio perchè facesse quello che ha fatto oggi: il tuttofare sull’out di sinistra. Io lo vedo esterno d’attacco, ma la sua duttilità fa si che si possa impiegare al massimo anche a centrocampo e che addirittura possa ripiegare in difesa a dar manforte quando Monzon rimane avanti. Contento del recupero di Almiron, che continua a crescere, ed anche di Chrapek. Ha fatto bene. Il sostituto di Calaiò? Vedremo se il mercato porterà qualcosa. Per il momento abbiamo lui e ce lo teniamo stretto. Adesso tra una settimana affrontiamo il Cagliari… Andremo lì per passare il turno, lo dico con convinzione”.

 

 

Scrivi