CATANIA – Per essere solidali non occorre aspettare il Natale. Domenica 22 maggio, alle ore 20:30, si terrà l’evento “Swing e solidarietà”, organizzato dal Centro Studi Laboratorio D’Arte e Alessalsa Style (via Caronda 316/318), a favore dell’Ambulatorio Solidale per la cura della gravidanza dell’Ospedale Cannizzaro.

“L’Ambulatorio Solidale si occupa della cura della gravidanza nelle pazienti immigrate e in quelle di nazionalità italiana con forti disagi sociali alle spalle, ad esempio nel caso di donne affette da malattie  gravi come l’AIDS . L’ambulatorio è completamente gratuito e aperto anche alle pazienti con più di tre figli”, dichiara il dottor Fabio Guardalà, il quale continua dicendo, “la filosofia di base è quindi quella dell’integrazione tra le donne immigrate e quelle del nostro paese accomunate da una situazione di difficoltà”.

Spesso si è infatti portati a pensare che solo donne provenienti da realtà complesse come i paesi africani o le zone balcaniche possano vivere la loro maternità in un clima di disagio socio-economico, ma la verità è che un numero sempre crescente di nostre connazionali  rischia spesso di non portare a termine la gravidanza senza il sostegno di iniziative come quelle dell’Ambulatorio Solidale che ha già aiutato pazienti provenienti da diversi paesi mondo.

L’Ambulatorio opera all’interno dell’azienda ospedaliera Cannizzaro e si avvale del sostegno di molto personale volontario.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi