Sedici i fermi emessi dalla Procura Distrettuale di Catania nei confronti di fornitori e corrieri di un vasto traffico internazionale di marijuana.

Questi provvedimenti rientrano nell’inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania diretta dal procuratore Giovanni Salvi che, negli ultimi mesi, ha condotto a due maxi operazioni effettuate il 3 aprile e il 21 maggio 2014, in cui la squadra mobile di Catania ha sequestrato 3,5 tonnellate di marijuana per un valore totale di 16 milioni di euro e eseguito 11 arresti in flagranza di reato.

La droga arrivava in Sicilia dall’Albania, passando per la Grecia, nascosta su pescherecci locali.

Gli investigatori, sulla base dell’apparato probatorio raccolto in questi mesi, sono giunti a contestare l’aggravante mafioso ai 16 trafficanti dopo avere individuato dei legami con il clan Santapaola-Ercolano.

I fermati dell’operazione “Spartivento” sono: Vincenzo Catania, di anni 47; Francesco Giovanni La Spada, di 40; Fabio Magrì, di 36; Alfio Giuseppe Grasso, di 37; Antonino Morabito, di 43; Rocco Morabito, di 39; Concetto Di Mauro, di 38, Salvatore Mirabile, di 59.

Scrivi