CATANIA – I Carabinieri della Stazione di Aci Sant’Antonio, hanno arrestato, nella flagranza, un paternese di 33 anni, per evasione. L’uomo, ristretto ai domiciliari nella comunità di quella Via Lavina, è stato sorpreso in strada dai militari di pattuglia, in evidente violazione della misura detentiva cui era sottoposto. L’arrestato, in attesa di giudizio, è stato ricollocato ai domiciliari.

 

I Carabinieri della Stazione di Riposto hanno arrestato un 21enne, del posto, in esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale emessa dal GIP del Tribunale di Catania.

I militari, a seguito della denuncia delle vittime, hanno appurato come nel corso di quest’anno il giovane aveva posto in essere ogni forma di azione vessatoria nei confronti dei propri genitori ed il fratello convivente pur di ottenere in cambio del denaro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto alla misura dell’allontanamento urgente dall’abitazione dei congiunti ed il divieto assoluto di avvicinamento ai luoghi frequentati dagli stessi.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò hanno arrestato, nella flagranza, il 30enne Costanzo Maurizio, di Belpassotre a, per violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.
I militari di pattuglia, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno sorpreso l’uomo in una via del centro di Belpasso mentre era alla guida di un motociclo condotto senza patente, poiché mai conseguita, in evidente violazione degli obblighi impostigli dalla misura preventiva cui era sottoposto.
L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato ai domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi