Vigilia di campionato per il Catania. Tutto pronto per ospitare domani sera il Foggia in quello che si annuncia essere un incontro spettacolare e combattuto tra due squadre molto forti tecnicamente. Dietro l’angolo anche la sentenza del Coni sul ricorso presentato dalla società rossazzurra in merito alla penalizzazione di 9 punti. Ha commentato per Sicilia Journal le vicende del sodalizio etneo mister Turi Distefano. Queste le sue parole:

“Quella del 24 novembre sarà una giornata decisiva e per le sorti del Catania. Come sempre in Italia le cose vanno per le lunghe, non è una novità. La cosa che mi fa pensare più di tutte è che ancora non si sa chi ha venduto queste maledette partite. Il Catania e la città hanno già pagato a sufficienza. Per cui lancio una provocazione: in queste condizioni sarebbe giusto restituire ai rossazzurri molti dei 9 punti di penalità inflitti dalla Giustizia Sportiva. Il calcio di oggi è sporco e si fa fatica a ritrovarne i valori.

Sul futuro non mi pronuncio ancora. Continuo a credere, per il bene della tifoseria, che sia giusto andare avanti di partita in partita. Non voglio illudermi. Si può discutere di tante cose, ma poi all’effettivo bisogna vedere se e quanti punti saranno restituiti ai rossazzurri. Attenzione sempre puntata alla salvezza.

Sicuramente gli infortuni di Falcone e Russotto sono molto importanti, Pancaro farà di necessità virtù anche se tatticamente non cambierà le cose e rimarrà fedele al 4-3-3. Potrà essere l’opportunità giusta per i giovani talenti in organico di esplodere, finalmente.

Il Foggia sarà un avversario tosto. De Zerbi lo conosciamo molto bene. Un attaccante importante quando era calciatore, adesso un tecnico preparato che punta molto sul gioco offensivo. Il Catania però deve vincere, soprattutto perchè si gioca davanti al pubblico amico”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi