CATANIA − Gli agenti delle volanti hanno arrestato l’incensurato catanese Micci Davide (classe 1988), per produzione di sostanza stupefacente, detenzione al fine di spaccio della medesima e furto di energia elettrica.
Nello specifico, alle ore 07.30, gli agenti, nel corso dei servizi predisposti dal Questore di Catania dott. Marcello Cardona, finalizzati al contrasto dello spaccio e traffico di sostanze stupefacenti, avendo avuto notizia di un traffico di droga presso l’abitazione del suddetto Micci Davide, nel quartiere San Giorgio, eseguivano una perquisizione, all’interno delle cui stanze veniva scoperta una coltivazione di cannabis indica, con 42 vasi contenenti piante di marijuana in fase di crescita, 16 bidoni di concimi, 9 lampade con pannelli riflettenti, 8 trasformatori e un quadro elettrico, un impianto per il riciclo e il filtraggio dell’aria, 3 umidificatori e 2 deumidificatori, un misuratore del pH, il tutto idoneo a creare il classico effetto serra, e ancora altra marijuana già essiccata, suddivisa in 11 contenitori, per un peso complessivo di 1 chilo, un bilancino di precisione, materiale utilizzabile per il confezionamento delle dosi e 6000 euro in contanti.
Si appurava inoltre che l’appartamento era allacciato abusivamente alla rete elettrica mediate allaccio ad altra fornitura.
Alla luce di quanto sopra, il Micci Davide veniva tratto in arresto e su disposizione del P.M. di turno veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza del giudizio per direttissima che si terrà nella mattinata di domani.

Micci Davide

Micci Davide

DSC_0042 DSC_0043 DSC_0082-1 DSC_0089 DSC_0113

Scrivi