CATANIA – Sono state inaugurate dall’assessore all’Urbanistica Salvo Di Salvo e dal direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania Virgilio Piccari, le opere di Urban Art – due grandi murales, il maggiore dei quali di 160 metri di lunghezza e alcuni manifesti, tutti dipinti nella metà del mese di maggio -, realizzate lungo il viale Marco Polo dagli studenti dell’ Accademia. “Questa iniziativa –ha spiegato Di Salvo dopo aver posto delle targhe sulle opere – che abbiamo definito ‘Ricoloriamo Catania’ , rientra nel progetto CataniAgorà di partecipazione democratica al decoro cittadino. I murales hanno spazzato via quell’atmosfera di degrado data dal sovrapporsi di manifesti abusivi e grigiore”.

“Con la nostra Accademia di Belle Arti – ha aggiunto l’Assessore -,  la più importante d’Italia dopo quella di Brera, abbiamo ora in programma nuovi interventi d’arte contemporanea in altre zone della città, tra cui i quartieri San Berillo e Librino, per rigenerarle e dar loro luce e colore. Ogni intervento degli artisti avrà di volta in volta un tema diverso”. “Siamo molto fieri – ha detto Piccari – di partecipare a quest’iniziativa. Il valore più grande della nostra Accademia è rappresentato dai giovani artisti. Essi per anni hanno cercato in città spazi per manifestarsi, per acquisire consapevolezza. Adesso questi spazi li hanno trovati grazie all’Amministrazione comunale che sta facendo nascere a Catania una nuova, innovativa, stagione”.

Alla cerimonia erano presenti, oltre a Di Salvo e Piccari, dirigenti, docenti e allievi dell’Accademia e rappresentanti dell’Ente Scuola Edile di Catania e delle Associazioni culturali e di aggregazione sociale “Ideazioni” e “Ritmo”.

 

Scrivi