CATANIA – L’ex scuola “Padre Santo di Guardo” in via Belvedere è ancora oggetto di vandalismo e distruzione. La situazione è drammatica, va avanti da anni e costa alla collettività decine di migliaia di euro. In un quartiere come quello di San Giovanni Galermo, dove mancano i parchi ed i luoghi di aggregazione si possono contare sulle dita di una mano, questa ferita va assolutamente rimarginata. Fino a quando i cittadini dovranno aspettare la sua definitiva riqualificazione? Fino a quando il quartiere di San Giovanni Galermo dovrà fare fronte a questa emergenza sociale? Domande legittime che aspettano ancora una risposta da parte delle istituzioni cittadine. Erio Buceti, consigliere della IV municipalità, chiede al sindaco di Catania Enzo Bianco di attivarsi in tutti i modi per restituire questa struttura al territorio facendone un luogo di aggregazione e socializzazione: esattamente il contrario di ciò che è oggi l’ex scuola di via Belvedere. Un immobile che doveva diventare un presidio delle forze dell’ordine quando fu siglato il patto per la sicurezza tra il Ministero degli Interni e l’Anci. Promesse su promesse per ritrovarsi, alla fine, un sito vandalizzato e circondato dalle discariche abusive tra le proteste dei residenti del rione che si trovano uno spettacolo indecoroso a pochi passi da casa.

“Oggi si parla di una eventuale riqualificazione attraverso il progetto di recupero delle periferie nella città metropolitana. Si tratta dell’ennesima promessa non mantenuta? L’unica cosa certa, per ora, sono i ladri ed i vandali che continuano ad entrare all’interno dell’immobile distruggendo e rubando tutto quello che trovato. Un danno per la collettività che va fermato subito potenziando i controlli delle forze dell’ordine. Bisogna fare in modo che i progetti di recupero e riqualificazione del sito non finiscano nel dimenticatoio altrimenti San Giovanni Galermo resterà ancora penalizzata. Un’eventualità che non si deve assolutamente verificare. Per questo è fondamentale chiedo – sottolinea Buceti – al primo cittadino di avviare una concertazione continua con associazioni e comitati per rilanciare l’idea di sviluppo del patrimonio della IV municipalità con la possibilità così di dare risposte concrete ai cittadini”.


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, vandali in azione nell'ex scuola "Padre Santo Di Guardo" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata