Catania. Ci piacerebbe prima o poi poter scrivere di S.Giovanni Galermo col sorriso sulle labbra. Tirando finalmente un sospiro di sollievo e ammirandone gli straordinari interventi. Invece, ancora una volta, purtroppo, i consiglieri comunali, tentano, a quanto pare invano, di bussare alla porta del primo cittadino per richiamare la sua attenzione in merito alla disastrosa condizione che vive il quartiere.
Oggi tocca a Via Villa Flaminia. . La strada, divisa tra le amministrazioni di Catania e Misterbianco, non sembra interessare a nessuno ,con il risultato che i criminali continuano a scaricare materiali di ogni tipo e la gente si sente abbandonata dalle amministrazioni di competenza. Dopo segnalazioni, sforzi e petizioni Palazzo degli Elefanti ha provveduto, negli anni passati, a proteggere la sua parte di strada con blocchi di cemento che impediscono, o quantomeno rendono più difficoltoso, l’abbandono di tonnellate di materiale pericoloso. Niente,invece, è stato fatto dalla parte misterbianchese con la conseguenza che Villa Flaminia resta una pattumiera a cielo aperto dove poterci abbandonare di tutto. Il più grande luogo adibito allo scarico abusivo ed illegale di tutte quelle cose che dovrebbero essere conferite nei luoghi e nelle strutture specializzate. Una situazione invivibile per gli abitanti della zona, che comincia ad essere davvero insostenibile. A denunciare il fatto, il consigliere Giuseppe Zingale che amaramente sottolinea : “Come vice presidente della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” chiedo urgentemente al sindaco Bianco di attivarsi per avviare una conferenza dei servizi con l’amministrazione misterbianchese e far partire tutte le opere necessarie a bonificare via Villa Flaminia. Una zona dove, in passato, sono state abbandonate perfino carcasse di cavalli. Oggi c’è una montagna di vecchi mobili, materassi, giocattoli, vestiti e utensili maleodorante che, con le piogge invernali, si trasforma in una “matassa” umidiccia impossibile da smaltire in tempi brevi. Eppure San Giovanni Galermo avrebbe bisogno di ben altro tipo di interventi. Lavori che mirino ad assicurare costanti controlli nel territorio attraverso un capillare sistema di videosorveglianza. Telecamere che permetterebbero di cogliere sul fatto questi criminali che in via Villa Flaminia scaricano di tutto.”
Nicoletta Castiglione

Scrivi