Serata di beneficenza a sostegno della Campagna internazionale Un altro viaggio è possibile, venerdì 26 settembre ore 21, SAL spazio avanzamento lavori – Catania

Una serata in cui il mondo delle arti catanese si riunisce per sostenere la campagna internazionale di sensibilizzazione “Un altro viaggio è possibile” (UVEP) ideata e promossa associazione demetra onlus, dall’Associazione Demetra Onlus, l’organizzazione umanitaria di promozione sociale e solidarietà internazionale, impegnata dal 2007 a contrastare tutte le forme di violenza nei confronti delle donne e dei minori.

Il progetto “Un altro viaggio è possibile” focalizza l’attenzione su un tema drammatico di portata globale: il turismo sessuale a danno dei bambini, lo sfruttamento dei minori in occasione di viaggi, sia d’affari che turistici, per cui gli italiani sono ai primi posti nelle classifiche insieme a portoghesi e tedeschi. Secondo le autorità brasiliane nel 2011 i bambini vittime di sfruttamento sessuale sono stati più di 250.000; gli ultimi Mondiali di Calcio, evento che ha dato visibilità internazionale a un Paese con numerosi problemi, ha anche aumentato in modo tangibile il rischio di sfruttamento per moltissimi bambini. Un numero che potrebbe crescere a dismisura in occasione delle Olimpiadi 2016.

La Città di Catania ospiterà il primo degli appuntamenti che si susseguiranno via via nelle maggiori città italiane e straniere. La prima serata di beneficenza a Catania si svolgerà domani venerdì 26 settembre al SAL – Spazio avanzamento lavori di Catania, via Indaco 23.

La serata, che si articolerà in più momenti che spaziano dalla musica all’arte, dal cinema alla moda si aprirà con l’esibizione della HJO Jazz Orchestra, diretta da Sebastiano Benvenuto Ramaci, la prima orchestra italiana formata da 21 componenti proveniente de varie esperienze musicali che si è unita a favore della campagna internazionale “Un altro viaggio è possibile”. Il Concerto “Le voci dello Swing”, vede coinvolta la tipica formazione simbolo dello Swing Orchestrale Americano, in cui saranno presentati i brani più celebri dagli anni ’30 ai ’50, con musiche di Glen Miller, Duke Ellingtone Dizzy, Gillespie. Alla serata di beneficenza parteciperà anche l’Accademia di Belle Arti di Catania con una kermesse di moda ed una estemporanea d’arte, diretta e coordinata dalla docente Liliana Nigro, realizzata in collaborazione con il gruppo di moda teatrale “Maison du Cochon” e del “Gruppo dei 5” (formato dagli studenti dell’accademia Serena Rapisarda, Carmelo Lombardo, Stefania Urrata, Salvatore Gangi e Vania Mazzeo).

Nel corso della serata ci sarà anche spazio per il cinema con la proiezione in anteprima del trailer di “Baby Bom Bom”, film sulla prostituzione minorile in Brasile, firmato dall’artista italo brasiliano Marcel Cordeiro, che parteciperà all’evento catanese come ospite alla serata. A seguire l’anteprima italiana del trailer “Parla con gli alberi”, film sulla prostituzione minorile in Cambogia, diretto da Guido Freddi e Ilaria Borrelli. Un viaggio nei meandri della giungla cambogiana alla ricerca delle famiglie e della libertà per le bambine vendute e costrette a prostituirsi in tenera età.

L’attrice Lucia Sardo, tra gli artisti catanesi che sostengono il progetto “Un altro viaggio è possibile”, leggerà alcuni brani tratti dal libro “Esca viva. Memorie di una vita incompiuta” narrando la storia vera di Maria, una delle tante donne nascoste tra le pieghe di gonne violate da mani impunite. Quella di Maria è la “storia scomoda” di una bambina che desiderava la morte perché sapeva di possedere un’anima sporca, marchiata a fuoco. Una ragazzina consapevole che dagli adulti non sarebbe arrivato mai un riparo dalle insidie della vita; e che non era pronta ad affrontare le umiliazioni, le difficoltà e tutti gli ostacoli in agguato. A raccontare la sua storia, sciaguratamente autentica, è stata l’abile penna della giornalista Vera Ambra che ha scavato nell’anima di Maria per far emergere il torbido che ha annerito i suoi anni migliori. Loro due, insieme, hanno ripercorso il tragitto di un lungo viaggio a ritroso nel tempo, a cui l’eccellente interpretazione di Lucia Sardo domani sera darà voce.

Al termine della serata sarà presentato un anticipo del prossimo appuntamento di Demetra previsto a Catania per il 25 novembre, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne: il trailer dello short film “Premio per la migliore sceneggiatura” di Alfio D’Agata che annovera nel cast, tra gli altri, Mario Opinato, Stella Egitto, Franz Cantalupo e Fabio Boga, quest’ultimo testimonial della campagna “Un altro viaggio è possibile”, da anni impegnato nel sociale contro la violenza sulle donne.

Nel corso della serata di beneficenza sarà presentata l’opera che il Maestro Salvatore Barbagallo, rappresentante del Movimento Internazionale dei Verticalisti, ha dedicato alla Campagna UVEP e che sarà inserita nell’asta benefica della prima Collettiva d’arte dedicata alla raccolta fondi.

«Mentre la politica fallisce e le economie mutano velocemente – ha detto Flavia Tavano, presidente dell’Associazione Demetra Onlus – solo l’arte resta in grado di cambiare il mondo, perché rimane un potere capace di ingigantire la spiritualità, creare speranze e diffondere valori. La priorità oggi è potenziare al meglio le reti istituzionali impegnate da anni a contrastare tutte le forme di sfruttamento sessuale a danno dei minori »

“Un altro viaggio è possibile” è un percorso itinerante, in Italia e all’Estero, che coinvolge esponenti del mondo dello sport, della musica, del cinema, dell’arte, della danza, della letteratura, fotografia, moda e design, in un susseguirsi di eventi culturali, fra cui manifestazioni sportive, concerti, esposizioni, estemporanee d’arte e piazze d’asta, volte a mettere in luce il fenomeno del turismo sessuale a danno dei minori.

L’incasso della serata (contributo minimo euro 15) sarà interamente devoluto ai bambini vittima di sfruttamento sessuale ad uso commerciale

Ingresso: I biglietti si possono prenotare al numero 339.4001417, oppure si possono acquistare al botteghino del SAL (via  Indaco, n. 23) dalle ore 11di domani, venerdì 26 settembre.

I SOSTENITORI DEL PROGETTO UVEP

Marco ANSALONI, fotoreporter; Gaspare BALSAMO, attore; Salvatore BARBAGALLO, pittore; Fabio BOGA, attore; Silvia BRUCCINI, cantante; Rita BOTTO, cantante; Francesco CENTARRI, cantante; Alfio D’AGATA, regista;  Ezio DONATO, direttore Club Virgin Active Catania; Rossella FIAMMINGO, campionessa mondiale di scherma; Donatella FINOCCHIARO, attrice; Marella FERRERA, stilista; Veronica GAIDO, fotografa; Domenico GENNARO, attore; Luca GNIZIO, designer; Biagio GUERRERA, presidente Associazione Musicale Etnea; Salvo LA ROSA, giornalista e conduttore; Giancarlo PARISI, musicista; Virgilio PICCARI, direttore Accademia BB AA di Catania; Emanuela PISTONE, regista; Antonio PRESTI, presidente Fondazione Fiumara d’Arte; Luca RECUPERO, musicista; Ilenia ROMANO, danzatrice; Lucia SARDO, attrice;  Arabella SHELBOURNE, fotografa; Wanda VANNI, presidente Federazione Mediterranea Yoga;  Mario VENUTI, cantautore; Sergio ZAGAMI, sceneggiatore; i musicisti dell’HJO Orchestra: Andrea Iurianello, Cesare Marino, Francesco Di Bernardo, Gaetano Cristofaro, Simone Nicotra, Daniele Genovese, Matteo Frisenna, Gianni Morello, Carmelo Vinci, Dario Scimone, Lorenzo Grasso, Rosario Patania, Felice Puglisi, Antonio Caldarella,  Gabriele Agosta, Roberto Fiore, Andrea Ferraguto, Marina Borgo, Benvenuto Ramaci.

Scrivi