Contro l’Avellino, al Partenio, mancherà Rosina che starà fuori per due settimane. Tornano tra i convocati Leto e Gyomber.

Il Catania si prepara ad affrontare l’Avellino al Partenio. Nella tana dei “lupi” i rossazzurri saranno chiamati alla prova del nove, e quindi a cercare una vittoria fuori casa che manca dalla maledetta trasferta bolognese che ha sancito qualche mese fa la retrocessione in serie B. Vittoria che sarebbe fondamentale per uscire dalla crisi.

Il gruppo di Sannino sembra aver trovato finalmente la quadratura del cerchio, anche grazie ai fondamentali recuperi di Rinaudo e Capuano in un momento delicatissimo, assimilando il credo del mister e calandosi nella realtà del campionato cadetto, anche se sarà fondamentale trovare una continuità di risultati che dia più sicurezza a tutto l’ambiente. La cattiva notizia con cui l’allenatore catanese deve misurarsi è l’assenza di Alessandro Rosina, che dovrà stare fuori dal campo di gioco per i prossimi quindici giorni a causa di una lesione all’adduttore della gamba destra. Sarà dunque fuori uno dei giocatori più rappresentativi del nuovo Catania. Il più accreditato alla sostituzione del gioiellino numero 10 è Marcelinho, autore tra le altre cose di una buona prestazione martedì scorso.

Le due vittorie contro Vicenza e Virtus Entella hanno rilanciato le ambizioni catanesi. Il ritorno di Pulvirenti a bordo campo, le proteste nei confronti dell’arbitro Fabbri e la successiva inibizione di un mese inflitta dal giudice sportivo, sono segno dell’attaccamento del presidente nei confronti della sua squadra. Pur essendo un atteggiamento da sanzionare, il gesto del tanto amato “Ninuzzu” sarà stato apprezzato dai tifosi, che lo aspettavano con ansia nel posto in cui è sempre stato.

Nella lista dei convocati si rivedono Gyomber, che rientra dalla squalifica, e Leto, che ha dunque smaltito i fastidi fisici che l’avevano costretto in tribuna per il match contro la Virtus Entella. Anania è invece stato operato e starà per un pò lontano dal prato verde.

Contro la squadra di mister Rastelli, dovrà essere un Catania accorto, attento ai dettagli, come sottolineato dallo stesso Sannino in conferenza stampa. La freschezza di giovani interessanti come Arrighini e l’esperienza di colossi come l’attaccante Castaldo possono fare male al sodalizio etneo che potrà comunque contare sui valori aggiunti Rinaudo, Escalante, Martinho e Calaiò.

Venti i convocati di Sannino per la trasferta irpina:

12 Ficara, 1 Frison.

Difensori –
24 Capuano, 23 Gyomber, 18 Monzon, 28 Parisi, 2 Peruzzi, 33 Ramos, 15 Sauro.

Centrocampisti –
16 Calello, 20 Chrapek, 8 Escalante, 13 Garufi, 27 Jankovic, 6 Martinho, 21 Rinaudo.

Attaccanti –
9 Calaiò, 17 Çani, 11 Leto, 7 Marcelinho.

(foto sport.sky.it)

Scrivi