Catania – Nuovi arresti nel fine settimana.

Un uomo di 34 anni è stato fermato dalla polizia del Commissariato di Adrano per maltrattamenti nei confronti dell’ex moglie e dei familiari. L’uomo, è stato condannato agli arresti domiciliare presso la sua abitazione.

Gli agenti del Commissariato di Adrano hanno arrestato in questi giorni Biagio Mannino, un giovane pregiudicato paternese di 28 anni, già costretto agli arresti domiciliari, per reato di ricettazione. Il ragazzo è stato portato alla casa circondariale di Bicocca.

La Polizia di Stato di Catania ha arrestato un uomo di 31 anni per maltrattamenti in famiglia, lesioni dolose, atti persecutori ed inosservanza del provvedimento di allontanamento dalla casa familiare. Il teatro della vicenda è stato un appartamento nel quartiere di Picanello dov’è iniziata la lite tra gli ex coniugi. Giunti sul posto gli agenti hanno trovato la donna ancora in visibile stato di shock, la quale ha riferito che l’ex marito, in violazione del provvedimento del giudice di allontanamento dalla casa familiare, si era presentato presso la propria abitazione e, dopo averla insultata e minacciata di morte, l’ha aggredita fisicamente per poi allontanarsi.

La donna ha anche affermato di essere vittima di continue e reiterate azioni persecutorie e di gravi violenze fisiche compiute dall’ex coniuge e che per tali motivi era stato disposto l’allontanamento dal nucleo familiare. Gli agenti, dopo essersi accertati sulle condizioni di salute della donna, si sono premurati di rintracciare l’uomo, poco dopo individuato e tratto in arresto, presso un’abitazione ubicata nel quartiere San Cristoforo.

Scrivi