CATANIA – Dalle pagine di un periodico online il presidente dell’Azienda Metropolitana Trasporti, nella giornata di ieri, ha chiesto pubblicamente scusa alla cittadinanza catanese, per i disagi che in questi giorni si stanno vivendo a causa della drastica riduzione del servizio di trasporto pubblico, puntando il dito sui lavoratori.

Un intervento che ha aumentato il malumore tra gli operatori dell’Amt così come evidenza il responsabile aziendale della Ugl Maurizio Vitello: “Siamo rimasti particolarmente sorpresi dalle parole di Lungaro che, mentre porge le sue scuse agli utenti lascia intendere chiaramente che la fonte del disagio attuale sono i lavoratori. Vogliamo ricordare allo stesso presidente che noi dipendenti non abbiamo bisogno di stare attenti, poichè lo siamo già considerate che continuiamo a svolgere con passione, dedizione e senso del dovere il nostro lavoro. Sono accuse strumentali quelle di Lungaro che, al contrario, dovrebbe scusarsi con i catanesi per l’inadeguatezza e l’incapacità con la quale viene gestita l’azienda, oggi non più strutturalmente in grado di garantire un servizio adeguato e all’altezza di una città metropolitana come la nostra”.

“Non è infatti una questione legata allo stipendio – continua Vitello – quella che in questi giorni si sta continuando a consumare, con inevitabili disagi ai cittadini, anche perchè non sarebbe la prima volta che non riceviamo i nostri compensi. Nonostante ciò noi siamo sempre presenti a fare il nostro dovere. Chiediamo quindi al vertice aziendale di dire la verità, evitando di alimentare un clima già ostile gettando benzina sul fuoco al solo scopo di metterci contro la cittadinanza. Anzi, invitiamo Lungaro ad organizzare giornate di apertura al pubblico delle nostre sedi così da mostrare a tutti i catanesi quali sono le condizioni in cui attualmente versa l’azienda di trasporto locale”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi