CATANIA − Pali della luce che non funzionano, a causa dei continui furti di rame, ed un intero quartiere quasi al buio. Da settimane questa è la situazione che vivono centinaia di residenti nel viale Tirreno. Un black out che sta provocando disagi di ogni tipo e che costringe quasi auto e scooter a procedere a passo d’uomo per non investire coloro che attraversano la strada. Sfortunatamente le ampie corsie invogliano tanti incoscienti a sfrecciare a tutta velocità con la conseguenza che il pedone rischia costantemente la vita. Con la pubblica illuminazione quasi del tutto inesistente i cittadini già dal tardo pomeriggio preferiscono restare chiusi in casa nel timore che, appena messo piede fuori dalla porta, possano essere scippati o rapinati. Erio Buceti, consigliere della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo, con la collaborazione di residenti e comitati cittadini, ieri sera ha simbolicamente illuminato il viale Tirreno con l’impiego di candele, cellulari e torce. Un richiesta ben precisa affinchè Palazzo degli Elefanti si attivi immediatamente per riparare il danno ed assicurare così tutti quegli interventi di vigilanza e controllo che evitino altre sparizioni del prezioso rame. L’impiego dei cavi di alluminio può essere una soluzione che deve fare seguito a tutte le altre iniziative necessarie ad evitare altri furti di tombini e lo scarico illegale dei rifiuti. Il territorio chiede all’amministrazione servizi ed infrastrutture necessarie ad avere un rione più vivibile.

 LA PROTESTA3 LA PROTESTA4 LA PROTESTA8

Scrivi