di Gianluca Virgillito

Come ogni venerdì, il nostro direttore, Daniele Lo Porto, è intervenuto su Radio Catanista per discutere sul Calcio Catania, atteso dalla difficile partita del Massimino contro il Modena, che vedrà l’esordio in panchina di mister Giuseppe Sannino.

“Settimana tosta per il Catania, che ha visto Sannino prendere il posto di Maurizio Pellegrino al timone della squadra. In conferenza stampa ho visto il tecnico campano molto misurato, ma deciso! Ha capito qual è la situazione del Catania. In campo vedremo la sua grinta. Il compito per lui non sarà facile: deve lavorare sul carattere della squadra, sulla testa dei giocatori e sul morale di tutto l’ambiente.

Da quando è arrivato, in allenamento l’ho visto molto attento alla difesa, che è stata la pecca del Catania nelle precedenti partite della squadra rossazzurra.

Come abbiamo scritto sul Giornale di Sicilia e su Sicilia Journal al momento dell’esonero di Pellegrino, non credo che la responsabilità di questa brutta situazione sia tutta da attribuire all’allenatore… Vedo un organico costruito male. Gli errori che ci hanno fatto perdere la Serie A sono stati ripetuti.. Penso a Fedato, preso quando la piazza a gran voce chiedeva un attaccante da dieci/quindici reti che potesse sostituire Bergessio: ad oggi non c’è un vero sostituto di Calaiò, con Cani che avrà bisogno di tempo, avendo una stazza notevole, per entrare in condizione. Poi, secondo me, sono stati presi troppi calciatori stranieri che non hanno nessuna esperienza nei nostri campionati. Ci vuole tempo e poi, non tutti i Gomez riescono col buco, purtroppo.

Il Modena? Forse è l’avversario giusto per mettere alla prova questo Catania. Già in passato abbiamo visto i rossazzurri gasarsi contro gli avversari più forti, e sicuramente quella di Novellino è una buona squadra, ben organizzata. Pronostico? Non dico nulla, solo che c’è una casella ancora da riempire dopo le prime tre giornate!”

 

Scrivi