I cittadini di Termini Imerese hanno trovato, anche quest’anno, in 100 panchine della città un libro, che potranno leggere e lasciarlo sul posto, affinchè qualcun altro possa sfogliarlo, o portarselo a casa. È l’iniziativa di SiciliAntica, in collaborazione con i Gre, in occasione della Giornata Mondiale del Libro.

L’idea nasce per ricordare la Giornata indetta dall’Unesco che si celebra nel mondo il 23 aprile di ogni anno, data prescelta in omaggio a tre fra i più grandi autori di tutti i tempi, la cui vita si spense proprio in quel giorno del 1616: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e l’Inca Garcilaso de la Vega. La tradizione ha avuto la sua origine in Catalogna dove, il 23 aprile, festa di San Giorgio, viene offerta una rosa per ogni libro venduto.

I libri che verranno lasciati sulle panchine, messi a disposizione dall’Isspe, riguardano i beni storico-artistici e ambientali della Sicilia, un invito a conoscere e apprezzare lo straordinario patrimonio culturale dell’isola. In sintonia con la Giornata Mondiale del Libro, l’iniziativa dell’Associazione termitana nasce proprio per incoraggiare i cittadini alla lettura e alla frequentazione di librerie, biblioteche e archivi.

«L’obiettivo –  afferma Alfonso Lo Cascio, della Presidenza regionale di SiciliAntica – è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale. Siamo convinti che il libro scandisca ancora, nonostante le tante difficoltà dell’oggi, il tempo della cultura, e rappresenta una occasione per favorire la crescita e stimolare la conoscenza della nostra storia. L’iniziativa si prefigge di promuovere sempre più il piacere per la lettura, l’amore verso lo studio e la ricerca della nostra memoria storica, strumento irrinunciabile per costruire una terra più a misura d’uomo.»

Per informazioni: Tel. 091 8112571 – 346 8241076 E-mail: terminiimerese@siciliantica.it.

Scrivi