Si profila interessante il programma estivo 2015 della Sala Magma di Catania, articolato in cinque appuntamenti che avranno luogo al Teatro di Paglia, nella corte della Biblioteca comunale “Vincenzo Bellini” in via Etnea 529, dal 20 al 24 agosto. La rassegna, contemplata nel cartellone “Estate in città” del capoluogo etneo, è promossa dal centro culturale e teatrale Magma in collaborazione con www.teatrodipaglia.it, la coop. “La terra del sole”, le associazioni culturali “Terre forti”, “I Siciliani-Fabbricateatro” insieme a “Oltre le quinte-onlus”. L’itinerario, che abbraccia teatro e musica, vedrà quest’ultima in sodalizio con la letteratura giovedì 20 agosto: i riflettori si punteranno infatti su alcuni canti della Divina Commedia a cura del notissimo attore e regista catanese Antonio Caruso. Per l’occasione, su scelta dello stesso interprete, la lettura dei versi danteschi si innesterà sulla base musicale di due validi percussionisti, quali Giuseppe Corsaro e Carmelo Santoro, e sulle atmosfere emotive create dalla band dei Pink Floyd. ILENIA MACCARRONE

Il giorno successivo, venerdì 21 agosto, è sempre il rock a tenere banco grazie ai Blazing Souls, col predominio vocale della frontwoman Lucia Nicotra; li terrà a battesimo la collaudata formazione rock Le scimmie Astronauta, che ha calcato i più importanti festival nazionali. Seguirà sabato 22 agosto uno spettacolo di e con Antonio Caruso, dal titolo In vino veritas: ad affiancare l’attore in coppia con Antonio Starrantino, la talentuosa Ilenia Maccarrone, già prodottasi sul palcoscenico in lavori di rilievo. Il calendario prosegue domenica 23 agosto con uno spettacolo che torna sulla scena dopo il successo registrato nella stagione invernale 2015 della Sala Magma, di e con Luigi Favara, dal titolo Era mia figlia, la cui tematica ha come oggetto una forte storia sulla violenza ai minori. Infine, a suggello della rassegna, sempre con inizio alle 21 ( e ingresso a 5 euro),lunedì 24 agosto ancora una performance di Antonio Caruso con un suo diario teatrale, basato sul travaglio della coscienza, i cui flussi scorreranno in simbiosi con le coreografie di Tiziana Cantarella.
Anna Rita Fontana

Scrivi