di Mariagrazia Miceli

Si potrebbe dire che ormai le novità stanno diventando una tradizione. Un’antitesi un po’ eccentrica, forse, ma che rispecchia pienamente la capacità degli “Amici del Borgo Viscalori e degli Antichi Borghi” di stupire ogni anno il pubblico, dell’hinterland catanese e non, con manifestazioni caratteristiche che abbracciano passato e presente. Lo faranno anche in questo periodo natalizio, nell’incantevole scenario del Palazzo dei Principi Turrisi Grifeo di Partanna di Viagrande che ospiterà la mostra mercato intitolata ‘Christmas Palace’, patrocinata dal Comune del paese etneo e dall’Unicef. La location permetterà ai visitatori di ammirare le creazioni di puro artigianato siciliano e le opere di artisti e creativi, prescindendo dalle condizioni atmosferiche, in ben nove date: nel lungo week-end dell’Immacolata il 6, 7 e 8 dicembre, nel successivo, il 13 e 14, per finire a ridosso di Natale il 20, 21, 22 e 23 dicembre, sempre dalle 9.30 del mattino alle 22.00 della sera. Il sindaco Francesco Leonardi sarà affiancato dal presidente dell’Associazione culturale nel rituale taglio del nastro che darà il via alla manifestazione, previsto per le 17 del primo giorno.

Un percorso fiabesco si snoderà attraverso le sale del palazzo, guidando i visitatori tra i vari stand: si inizierà dal pian terreno, nella casa di Babbo Natale a cui i più piccoli potranno consegnare le proprie letterine ed essere immortalati in foto ricordo, nelle stanze caratterizzate dai nomi delle renne del barbuto signore vestito di rosso, e nel corridoio degli elfi; si proseguirà al primo piano (presente anche un ascensore, per chi ne avesse bisogno) nelle dodici sale dal nome delle fiabe natalizie, dove sarà possibile rivivere, tra le tante, anche la magia Disney di Frozen.

Un turbinio di luci, stoffe, tavoli, nastri, decorazioni, presepi siciliani, cori, musica che echeggia nelle stanze, incontri culturali, concerti, poesie, interpretazioni teatrali (con veri e propri ‘flash mob’ fra la gente): sono solo alcuni degli elementi che caratterizzeranno questi nove giorni perché, come afferma il presidente dell’associazione, Dino Pappalardo, “non vi è miglior modo di far apprezzare la bellezza dell’arte se non vivendola in prima persona”.

Scrivi