L’eccellenza enogastronomica siciliana e del Mediterraneo, dal 13 al 15 aprile, sarà protagonista della 3^ edizione di Cibo Nostrum, la manifestazione ideata e realizzata dalla Associazione Provinciale Cuochi Etnei il cui presidente è lo chef Seby Sorbello, in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi.

La città di Zafferana Etnea ospiterà l’evento all’interno del prestigioso Hotel Esperia Palace alla presenza di chef provenienti da tutta Italia, giornalisti, esperti di enogastronomia, imprenditori dell’agroalimentare e sommelier qualificati. Tra gli ospiti d’eccezione, il sommelier dell’anno Valerio Capriotti, Alessandro Maurilli di Radio 1 Rai e Fabrizio Raimondi de Il Resto del Carlino. Numerosi sono gli sponsor che patrocinano l’evento, sia istituzionali che privati. Il programma sarà vario e ricco di momenti di alta ristorazione, cene di gala, e di workshop ad hoc per creare sempre più interesse attorno all’eccellenza del nostro territorio con l’obiettivo ben preciso di promuovere i prodotti tipici di qualità ed il turismo enogastronomico ai cultori del gusto e non solo. E’ prevista anche la consegna del 1° Premio “Cibo Nostrum” ad un’alta personalità della cucina internazionale ed il concorso “Penne bruciate”, in cui per una volta saranno i giornalisti a cucinare e gli chef a giudicare!

Il tema portante della 3^ edizione sarà: “La ristorazione di successo fuori dal piatto”, con la partecipazione di due i laboratori di approfondimento, dedicati al Pomodorino di Pachino e all’Arancia Rossa, curati dai rispettivi Consorzi Igp.

Il presidente Seby Sorbello ha spiegato cosa significa “fuori dal piatto”: “la cucina non è solo l’estrinsecazione finale della preparazione degli ingredienti, ma insieme cura dell’ambiente, della scenografia della sala, della mise en place, dell’igiene: il cliente insomma si deve sentire a casa propria”.

Alfio Pagliaro, segretario generale della Camera di Commercio di Catania ha aggiunto inoltre : “Confido che con questo ed altri eventi futuri si creino le giuste alchimie affinché i nostri tesori possano finalmente emergere. E’ così che rispondiamo alle sollecitazioni più e più volte sollevate dalle imprese di realizzare iniziative promozionali della nostra terra. Noi, come ente camerale, ci stiamo impegnando per l’EXPO 2015 a Milano, dove intendiamo portare la nostra gastronomia alla conoscenza dei milioni di visitatori italiani e stranieri che vi approderanno, facendo comprendere ciò che c’è dietro il brand Italia e più in particolare in quello siciliano”.

Maria Morelli

Scrivi