L’assessore comunale : “A definire chi e come dovrà gestire il patrimonio delle ex Province, dovrà essere quell’Assemblea regionale siciliana di cui egli stesso fa parte”. 

CATANIA – L’assessore al Patrimonio del Comune di Catania Giuseppe Girlando, commentando le affermazioni sul destino del centro fieristico catanese le Ciminiere del deputato regionale Nello Musumeci,  afferma in una nota che queste “Stupiscono per la loro veemenza e perché, come dovrebbe sapere un politico dal lungo passato, sono prive di qualsiasi fondamento anche giuridico”.
“In particolare – spiega Girlando – l’on. Musumeci, riferendo ‘indiscrezioni di stampa’, ipotizza un rapace intervento del Comune di Catania che, come se fosse al supermercato, sarebbe in grado di prendere ciò che vuole dei beni della provincia. Ma Musumeci sa perfettamente che a definire chi e come dovrà gestire il patrimonio delle ex province, sarà quell’Assemblea regionale siciliana di cui egli stesso fa parte. E in questo caso ci chiediamo chi debba denunciare chi”.
“Il Comune di Catania – conclude l’Assessore – resta dunque in attesa di ciò che l’Ars, on. Musumeci compreso, deciderà in merito. Noi, semmai, ci permettiamo sommessamente di consigliare di recepire in toto la legge nazionale, chiara e immediatamente operativa, per non perdersi in barocchismi e soluzioni improvvisate di difficile o impossibile applicazione”.

 

Scrivi