Un murales alla Circonvallazione la prima iniziativa di “JND-URBAN ART FESTIVAL”.

CATANIA –  “Ricoloriamo la città” è la prima iniziativa di decoro, riqualificazione  e rigenerazione urbana del progetto “CataniaAgorà”  che ha preso avvio con la creazione di un  murales alla circonvallazione ideato e realizzato dagli studenti dall’Accademia di Belle Arti di Catania, e presentato dal sindaco Enzo Bianco e dall’assessore all’Urbanistica e decoro Urbano Salvo Di Salvo.

Nel grande muro bianco, appositamente preparato dagli operatori della Multiservizi, i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti stanno dando vita ad un murales tra una pennellata di smalto ed uno spruzzo di bomboletta, in un tratto di circa 160 metri in viale Marco Polo (all’altezza del civico 55).

“Vogliamo dare una mano di colore alla città – ha detto il sindaco Bianco dando il via all’edizione zero del Jnd-Urban Art Festival –:  una città colorata è più bella da vivere e più gioiosa rispetto ad una città grigia. Abbiamo tolto quel senso di incuria che i muri davano con i manifesti abusivi e le scritte senza senso. Diamo inoltre la possibilità ai giovani talenti dell’accademia di Belle Arti, che lo ricordo è la seconda più importante d’Italia dopo quella di Brera, di esprimere tutto il loro talento”.

Erano anche presenti il direttore dell’Accademia di Belle Arti Virgilio Piccari, il coordinatore del progetto “CataniaAgorà” Carmelo Coco, la professoressa Ambra Stazzone e gli studenti di Arte e media dell’Accademia. Questa iniziativa  con le altre che stanno per essere avviate nei quartieri San Berillo, Librino e in altre zone della città rientrano nel progetto, recentemente approvato in Giunta, di rigenerazione urbana “ CataniaAgorà”. Le iniziative saranno realizzate in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti, con cui è stato siglato un protocollo, e con l’Ente Scuola Edile.

“Il progetto – ha detto l’assessore Di Salvo – nasce per contrastare il degrado e il senso di disordine che danno i muri grigi, o peggio  imbrattati e usati abusivamente per le affissioni;  rappresentando scene di vita della città trasformiamo il contesto urbano, così come è stato fatto in molte grandi città d’Europa”. Ogni intervento degli artisti avrà di volta in volta un tema. “Contiamo – ha continuato Di Salvo – di creare un albo di artisti che vogliano dare il proprio contributo volontariamente e partecipare al nuovo aspetto della nostra città. L’Amministrazione ha un progetto organico e su quello invitiamo  tutti a collaborare”.

Dal canto suo il direttore Piccari ha sottolineato che “si tratta di una occasione in cui si riconosce il lavoro di giovani artisti. Il messaggio artistico è portatore di speranza che vale per tutta la città”.

I lavori del murales di viale Marco Polo saranno completati nella serata di domenica.

Scrivi