CATANIA − Anche Niscemi, dopo Gela e Piazza Armerina, ha aderito alla Città metropolitana di Catania. Il Consiglio comunale ha approvato la decisione con dodici voti favorevoli e otto contrari. E’ stata dunque superata la soglia della maggioranza assoluta (undici consiglieri, visto che quelli di Niscemi sono in tutto 20) richiesta dall’art. 44 della Legge regionale 15 del 2015.
Il sindaco Enzo Bianco ha accolto la notizia con grande soddisfazione.
“Si tratta – ha detto – di un risultato storico. Catania ha una grande capacità attrattiva e la nuova Città metropolitana, che per dimensioni si colloca appena dopo Milano, Roma, Napoli e Torino,riuscirà a competere per lo sviluppo con chiunque altro in Sicilia e in Italia”.
“Adesso – ha aggiunto Bianco – potremo lavorare tutti insieme per cogliere quelle opportunità offerte dall’Italia e dall’Europa al nuovo ente di area vasta e che ci consentiranno di svilupparci e trasformare armonicamente il nostro territorio innovando e fornendo servizi sempre migliori ai cittadini”.
Bianco ha anche sottolineato come la decisione di Niscemi, Piazza Armerina e Gela rappresentino “una grande vittoria della democrazia partecipata e dell’autodeterminazione dei Comuni di scegliere le proprie alleanze”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi