ROMA – Dal nostro inviato Alessandro Ferro

La prima sorpresa al Foro Italico ci riguarda direttamente, e non è una sorpresa positiva. Il nostro numero uno e numero 13 al mondo Fabio Fognini è stato sconfitto al primo turno dal ceco Lukas Rosol 6-3 6-2 e numero 56 del ranking ATP.
“Ho perso solo una partita, la vita va avanti – ha dichiarato Fognini nella conferenza stampa post gara – dispiace perché è capitato a Roma, sono sicuramente ancora più deluso del pubblico. Complimenti al mio avversario, ha giocato meglio, se si lascia andare avanti uno così non si riprende più. Adesso avrò più tempo per recuperare al meglio la mia condizione fisica in vista del torneo più importante (Roland Garros, n.d.r.)”.
Fognini è apparso poco concentrato, quasi svogliato, ed il pubblico che lo ha sostenuto per tutta la gara fino al match point del ceco, lo ha sonoramente fischiato a fine incontro. Mentre faceva rientro negli spogliatoi, Fognini ha ironicamente mostrato il pollice verso l’alto in direzione della tribuna Tevere del Centrale. “Hanno ragione loro…non penso a chi mi fischia, non posso cambiare la mentalità di tutti. Ho giocato sei match in due competizioni e ne ho vinti cinque…”
Non c’è stata storia, Rosol ha sempre tenuto in pugno gara e punteggio. Il primo set ha visto Fognini molto falloso, Lucas ha sfoderato ottimi colpi ma non ha dovuto faticare più di tanto per strappare un break sul 3-2 a suo favore e concludere il set sul 6-3. La tanto attesa reazione di Fognini non c’è mai stata, ed il secondo e decisivo set è cominciato peggio del primo, con il servizio subito perso dall’italiano e Rosol avanti 2-0. Sul 5-2 servizio Fognini altro contro break per il ceco e 6-2 finale.

Adesso Rosol incontrerà il vincitore della sfida tra l’argentino Federico Delbonis ed il croato Ivan Dodig.

Scrivi