Potrebbe essere in discussione l’elezione di Anastasio Carrà. Quasi certo il ricorso di Daniele Capuana.

di Gianluca Virgillito

MOTTA SANT’ANASTASIA – Non c’è pace per il comune di Motta. Dopo le polemiche in campagna elettorale sui programmi copiati belli e pronti da quelli di altri candidati in altri comuni anche dopo le elezioni di giorno 25 i problemi non sono finiti. Sembra infatti che nei verbali di sei sezioni su nove ci siano delle irregolarità legate ad “omissioni, verbali non debitamente compilati, annotazioni a matita dei voti e del totale”.

capuanaCresce l’ansia ed anche il dubbio sull’elezione di Anastasio Carrà a sindaco del comune mottese, vincitore, almeno fino ad ora, per tredici voti su Daniele Capuana, arrivato secondo.Secondo le ultime indiscrezioni sembrerebbe che l’ex assessore sia pronto a far ricorso per mettere in luce eventuali errori. Si sta per aprire dunque l’ennesimo capitolo di una lotta senza esclusione di colpi per aggiudicarsi la carica di sindaco del paese.

Gianluca Virgillito

Scrivi