MESSINA – L’ANDDOS, Associazione Nazionale contro le discriminazioni da orientamento sessuale (62 circoli in Italia con oltre 115.500 associati), ha sottolineato la valenza dell’iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Messina, nelle persone autorevoli del Sindaco Renato Accorinti e dell’Assessore Alle Pari Opportunità Patrizia Panarello, nell’istituzione, nella sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, di un tavolo permanente contro l’omofobia, coinvolgendo istituzioni ed associazioni, dimostrando grande sensibilità alle tematiche della comunità Lgbt. «L’organizzazione di questo incontro – sottolinea il presidente nazionale Mario Marco Canale – è un messaggio importante ed incisivo per sensibilizzare tutte le forze istituzionali e politiche nel concentrare gli sforzi e nell’attuare leggi definitive contro l’omofobia e contro tutte le forme di discriminazione nel mondo. Di omofobia, purtroppo, si muore ancora, ma i terribili e tristi epiloghi di giovani vite spezzate sono solo la punta dell’iceberg di una piaga fatta di violenze, bullismo, discriminazioni e solitudini.» «Idee, proposte e progetti in un tavolo di confronto e condivisione dei programmi – afferma l’avvocato Antonio Bubici – sono fondamentali per raggiungere tutti insieme gli obiettivi prefissati da concretizzare nel tessuto sociale: arginare ogni tipo di discriminazione e promuovere la cultura del rispetto. Questo tavolo permanente contro l’omofobia rappresenta, quindi, un evento di rilievo per contribuire attivamente alla trasformazione di una società ancora poco accogliente e tollerante nei confronti delle diversità.»

Scrivi