Riceviamo e pubblichiamo

PALERMO  – Il capogruppo dei Comitati Civici al Consiglio Comunale di Palermo, Filippo Occhipinti, commenta così l’approvazione del bilancio di previsione 2016 da parte di Sala delle Lapidi: “Il bilancio 2016 è in continuità con l’incapacità di gestire questa città. Una fotografia della mancata programmazione e del mancato rispetto del programma elettorale e delle promesse fatte ai palermitani nel 2012. Questo  bilancio certifica come il Comune sia sempre più vicino al default per la situazione delle partecipate, inoltre il parere favorevole dei Revisori sembra fin “troppo buono” visti i rilievi mossi. I circa 86 milioni richiesti nelle due diverse cause  intentate dalla curatela dell’Amia, in seguito a un fallimento che pesa ancora sulle tasche dei  palermitani, sono un macigno. Abbiamo fatto di tutto per dare 500 mila euro e permettere al Biondo di affrontare la crisi finanziaria e salvare questo storico ente, dando serenità ai 48 lavoratori e alle loro famiglie che oggi pagano le colpe degli amministratori del tempo e delle spese allegre avallate dai soci, ma la maggioranza ha bocciato l’emendamento. Pochissime risorse per quello che è il futuro, ovvero il turismo. Meno male che i cittadini potranno liberarsi di questa incapacità alle prossime elezioni. Palermo merita molto di più”.

Consigliere Filippo Occhipinti
Capogruppo Comitati Civici
Consiglio comunale di Palermo
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi