barefoot sandals 016A Palermo il marchio Thesign metterà a disposizione delle clienti un configuratore multimediale per personalizzare le proprie calzature 

di Martina Strano

PALERMO – Da sempre la passione per le scarpe segna la vita di Sabrina Lombardo, la neomamma che nel 2013, dopo alcuni viaggi in giro per il mondo, decide di aprire un negozio di scarpe in via Gaetano Gaita a Palermo con la socia e amica Fifetta Casano. Dopo gli studi nel settore economico-finanziaro e due master in commercializzazione di beni e servizi e in marketing e comunicazione, Sabrina Lombardo decide di sfruttare la sua passione e “rubacchiando” qua e la per il mondo apre a Palermo uno shop dove è possibile trovare i modelli più estrosi e stravaganti. La sua attività inizia ovviamente con il pronto moda, con brand inglesi, francesi, spagnoli, turchi. Ha iniziato in seguito a disegnare modelli di scarpe con il marchio e nome del negozio “Thesign”, poiché le sue scarpe lasciano di certo il segno e sono dei veri oggetti di “design”. I suoi modelli verranno realizzati per mezzo di un “configuratore multimediale” «Partendo dai classici modelli base, come le ballerine, le décolleté, scarpe con la zeppa, la cliente avrà la possibilità di creare calzature personalizzate: potrà selezionare l’altezza del tacco, la tomaia, il colore, il materiale, ed inoltre sarà possibile selezionare le misure dal numero 34 al 48. Tutto questo potrà essere realizzato in negozio o online tramite un nostro portale. Le scarpe verranno prodotte da una fabbrica palermitana per valorizzare il Made in Sicily. »

Il suo negozio è diventato anche una vetrina per giovani artigiani locali che hanno avuto così  la possibilità di esporre all’interno del locale le loro creazioni, come ad esempio i braccialetti intrecciati di Fabio Giuffrida realizzati con le scotte delle barche, stelle marine, ancore e cime, o le borse realizzate con materiali riciclati e pupi siciliani come ciondoli del marchio Zyz.

«Durante un mio viaggio in California, mi sono accorta dell’usanza di alcune donne di adornare il piede in spiaggia. Quale migliore accessorio per le donne siciliane al sole in spiaggia o in barca? Ho quindi rintracciato delle signore palermitane che lavorano all’uncinetto e ispirandomi alle californiane “barefoot” è nata “Raya”: una tomaia interamente realizzata a mano con un cotone un po’ più spesso e con una sottilissima suola di cuoio.»

Una piccola realtà a Palermo che in pochissimo tempo è riuscita ad attirare l’attenzione dei media e delle clienti, siciliane e non solo, entusiaste di questo microcosmo delle scarpe e degli accessori stravaganti.

 Martina Strano

Borse ZYZ Pupo SicilianoBraccialetti intrecciati con inserti marini

Scrivi