ASSISI  – Unpli Sicilia ha partecipato al Congresso nazionale delle Pro Loco portando in dote il successo di “Typical Sicily” l’azione di promozione turistica integrata che coinvolge quattro province (Catania, Caltanissetta, Enna e Messina) e oltre 160 attori pubblici e privati.  

Un’iniziativa unica nel suo genere che ha messo in rete   Comuni, Pro Loco, Consorzi di tutela, aziende di produzioni (biologiche e tipiche), agenzie di viaggio e tour operator, per valorizzare ed incentivare la fruizione turistica in un ampio comprensorio rurale siciliano.  Nella cittadini umbra la manifestazione ha preso il via ieri sera e proseguirà sino a domenica pomeriggio:  il tema scelto per l’edizione 2014 è “Il Cammino delle Pro Loco: passato, presente e futuro”

1920490_4938780402749_6762608719920175789_n

“La delegazione siciliana – dice il presidente di Unpli Sicilia, Antonino La Spina – partecipa  al convegno nazionale con grande entusiasmo.  E’ un momento che rappresenta una vera e propria bussola per il movimento delle Pro Loco in una fase storica nella quale i contributi pubblici sono quasi del tutto scomparsi.  Dal canto nostro – continua – vogliamo condividere l’esperienza del  progetto Typical Sicily certi che sia un’azione replicabile anche in altre parti d’Italia.  Il nostro vuole essere un contributo concreto al tema  della due giorni”. Come ogni edizione gli odori ed i sapori della Sicilia sarà rappresentati anche da una selezione delle migliori produzioni tipiche (cosa avete portato???) che saranno offerte in degustazione all’interno di “Piazza Italia”, la rassegna di prodotti tipici italiani allestita dall’organizzazione.

Particolarmente atteso è il focus dal titolo  “Le settimane dei cammini italiani”. Si tratta del progetto di Unpli che intende sostenere ed incentivare la fruizione dei Cammini storico-religiosi esistenti; un patrimonio non ancora adeguatamente valorizzato in grado di  rappresentare un amplificatore dei flussi legati al turismo religioso e anche una via di  sviluppo turistico sostenibile. In Sicilia sono duecentocinquanta le Pro Loco iscritte all’Unpli e quasi 20mila i volontari che quotidianamente assicurano una corretta accoglienza e  informazione turistica, sette giorni su sette.  Uno servizio caricato quasi del tutto sulle spalle delle associazioni di promozione turistica a causa della soppressione delle  APT (azienda autonoma provinciale per l’incremento turistico) e del commissariamento  AST (aziende autonome di soggiorno e turismo).

L’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia è un’ organizzazione fondata nel 1962 ed oggi conta circa 7mila Pro Loco iscritte ed un totale di 600mila soci. L’UNPLI, è inoltre, Associazione accreditata presso il Comitato Intergovernativo UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale – Ente Nazionale a Finalità Assistenziali ai sensi del D.P.R. 26/10/72 n. 640 ed ai sensi dell’art. 3 della legge 25/08/91 n. 287 – Appartenente al FORUM Permanente del Terzo Settore – Iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale ai sensi e per gli effetti della Legge 7/12/2000 n. 383 con il n. 56.

 

 

 

 

 

Scrivi