Si sono concluse venerdì le operazioni di voto per il CUN, 2870 docenti di tutta Italia sono stati chiamati alle urne per eleggere chi li rappresenterà a livello nazionale come Professore Associato di area medica.

Il Consiglio Universitario Nazionale (CUN) è un organo consultivo e propositivo del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nell’esercizio delle attribuzioni che gli competono, quale organo elettivo di rappresentanza del sistema universitario, esprime pareri, formula proposte, adotta mozioni, svolge attività di studio e analisi su ogni materia di interesse per il sistema universitario.

Il CUN viene sentito su ogni altra materia che il Ministro ritenga di sottoporre al suo parere, ed intrattiene rapporti con gli altri organi ausiliari del MIUR, in una prospettiva di reciproca e leale collaborazione nonché con altri enti e istituzioni le cui competenze interessino il sistema universitario.

Il docente di chirurgia della Facoltà di Medicina di Catania, Prof. Antonio Biondi, è risultato unico eletto con oltre il 50% delle preferenze sul totale dei votanti, in una competizione alla quale hanno partecipato altri tre Professori di Roma, Napoli e Salerno.

La straordinaria affermazione, oltre che un riconoscimento personale di stima e fiducia da parte dei colleghi italiani, è anche la testimonianza della considerazione che la scuola chirurgica e la Facoltà di Medicina di Catania, presieduta dal Prof. Francesco Basile, godono a livello nazionale.

E’ stata un’affermazione della medicina catanese, infatti nel nostro Ateneo hanno votato quasi tutti gli aventi diritto al voto, con una percentuale mai raggiunta prima in nessuna parte d’Italia.

Altro dato positivo che emerge dai risultati è la partecipazione massiva al voto nei tre Atenei siciliani, ciò evidenzia che quando la Sicilia lavora unita su un progetto si ottengono importanti successi in campo locale e nazionale. Merito di ciò va dato al Magnifico Rettore e al Preside di Medicina che hanno creduto in questa candidatura e l’hanno condivisa con i loro colleghi degli altri Atenei.

Al neo consigliere, Professore di chirurgia del nostro Ateneo, sono giunte in queste ore attestazioni di stima e congratulazioni da numerosi colleghi ai quali egli ha garantito che svolgerà il proprio mandato nell’interesse primario dell’istituzione universitaria, portando avanti le istanze di quanti hanno riposto in lui una così grande fiducia.

Scrivi