CATANIA − Come da programma quest’anno  si è svolta l’elezione del Presidente e Vice Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Catania, presso l’Aula Magna dell’Istituto Statale di istruzione superiore “Duca degli Abruzzi” di Catania. Lo spoglio  è terminato alle ore 15 con il verdetto che un po’ tutti già si aspettavano, ovvero la vittoria della coalizione coordinata dall’Associazione Actea insieme alle Associazioni Libertas, Arcadia e nuovi studenti/controcampus, con l’elezione del Presidente alla quale carica si alterneranno nei due anni Ferrara Giacomo e Cardillo Mattia con 83 preferenze ed i due che si alterneranno alla carica di vice Presidente ovvero Piazza Roberto e Bondili Sonia con 78 preferenze ed il Segretario già designato per il primo anno Enrico Iudicelli.

Alessandro Camuglia e Alberto Nicolosi, Coordinatori dell’Associazione Actea, felicissimi della splendida sinergia ,  maturata nel tempo con le altre associazioni, sia sul piano dei programmi ma anche e soprattutto per i rapporti umani che sono nati, ci commentano -“è importante che i ragazzi, se pur così giovani, capiscano l’importanza di far venir meno gli interessi personali o peggio ancora di segreterie politiche per favorire gli interessi della collettività, imparando a valorizzare principi come amicizia e spirito di squadra!”-
Felicissimo anche il Presidente uscente Salvo Musumeci (Associazione Actea) per la vittoria, ma soprattutto per la costante partecipazione in massa dei rappresentanti degli studenti che dal 2003 fanno si che la coalizione vincente sia sempre quella di Actea.

Giovanni Magni e Silvio Mirenna, coordinatori di Libertas, soddisfattissimi del risultato ottenuto, -“ancora una volta gli studenti sono dalla parte degli studenti. La nostra vittoria è figlia del costante impegno di tutti i nostri ragazzi che giorno dopo giorno sono al fianco degli alunni”-.

Aggiungono i coordinatori di Arcadia, Natale Santonocito e Gabriele Li Vecchi -“Questo sodalizio ci da la possibilità ancora una volta di portare al centro di tutto gli interessi degli alunni, e di continuare a lavorare con la massima sinergia, cosa importantissima per favorire la partecipazione e la crescita degli studenti e non solo dei rappresentanti”-.

Anche i portavoce dell’associazione nuovi studenti/controcampus, Paolo Ballestrazzi e Giovanni Fatuzzo, sono entusiasti –“ la passione e la voglia che tutti i nostri ragazzi hanno messo, non può che esser un motivo di orgoglio per tutti noi, gradi e meno grandi, perché è da questa grande voglia di fare che si deve sempre partire”-.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi