La conferenza dal titolo: “La violenza di genere e il triangolo perverso: atti persecutori, vittima e carnefice” è frutto della collaborazione tra l’Università degli Studi LINK CAMPUS UNIVERSITY Catania e il SIULP, la parte scientifica è stata curata dal comitato presieduto dal Prof. Armando Angelucci coadiuvato da colleghi psicologi della Polizia di Stato. Il convegno è stato patrocinato dall’Associazione Italiana di Psicologia Giuridica – AIPG con la partecipazione della dott.ssa M. Cristina Passanante, referente per la regione Sicilia.
Alla conferenza, il 30-31 maggio 2014, hanno partecipato circa 400 persone rappresentate da avvocati, magistrati, operatori della salute mentale, operatori delle forze di polizia e associazioni di volontariato. Nel corso dei lavori è emersa la complessità della problematica relativa alla violenza di genere e la necessità di approfondirne i vari aspetti: giuridici, legali, psicologico-psichiatrici, socio-culturali e investigativi. In particolare sono state chiarite le modalità di funzionamento della vittima, del persecutore/omicida e della relazione presente tra i due. A tale riguardo è stato sottolineato come la personalità della vittima e del persecutore abbiano aspetti a volte simili o speculari che si configurano spesso come facce della stessa medaglia.
fotoE’ emersa l’importanza della formazione, sensibilizzazione e soprattutto collaborazione multidisciplinare fra tutte le figure professionali coinvolte: operatori di polizia e operatori sociali, operatori della salute mentale, operatori della sanità, magistrati, giudici, avvocati, associazioni di volontariato.
A queste figure professionali viene chiesto quotidianamente di riconoscere e accogliere il mondo di sofferenza e solitudine che le donne vittime di violenza portano. Scopo che si potrà rendere effettivamente efficace e concreto soltanto attraverso un reale lavoro di rete che permetterà  di aiutare queste donne a “farcela”.
Preziosa è stata la collaborazione del SIULP con lo specifico intervento del suo segretario generale nazionale Dott. Felice Romano. La conferenza ha visto la presenza di qualificati relatori per le materie giuridiche, psicologico-psichiatriche e  medico legali, investigative e giudiziarie.
Ha visto altresì la presenza di relatori delle associazioni che tutelano, accolgono e supportano le donne vittime di violenza.
L’associazione Demetra Onlus  ha curato la testimonianza di una vittima di violenza  trasmettendo, così, la forza necessaria per far uscire dal silenzio tante donne e bambini che non trovano il coraggio di confessare atroci abusi.

 

Scrivi