Intervista esclusiva alla bellezza siciliana nota al grande pubblico per i 4 anni trascorsi sul bancone di Striscia la Notizia.

Tutti la conoscono e la ricordano soprattutto come l’ex velina bionda in coppia con la mora Federica Nargi che per 4 stagioni hanno ballato e fatto gli ‘stacchetti’ allietando l’orario serale del pasto degli italiani. Ma Costanza Caracciolo, siciliana di Lentini, è appena all’inizio della sua carriera, e tra Milano e Roma sta cercando di crescere professionalmente non limitandosi soltanto al mondo televisivo.

  • Costanza, come sono trascorsi i tuoi 4 anni da velina sul bancone di Striscia la notizia?

“E’ stato un trampolino di lancio, un’esperienza meravigliosa, ancora oggi ho un rapporto meraviglioso con tutti. Mi sento sempre a casa quando vado a trovarli”.

  • Adesso ti vediamo il lunedì in seconda serata nella trasmissione sportiva Tiki Taka, come ti trovi?

“Sono felice di farne parte perché il calcio mi ha sempre affascinato. Purtroppo restano soltanto le ultime puntate perché il campionato è agli sgoccioli. Pierluigi Pardo ( conduttore, n.d.r.) è un gran professionista e sono contento di far parte della sua squadra. E’ una bella trasmissione, non riguarda soltanto il calcio, infatti prende anche una cerchia di gente più ampia come ad esempio le donne perché spesso si parla di gossip riguardante l’ambito calcistico”. 

  • Che progetti hai dopo la fine del programma e per l’estate?

“Ancora non ho dei progetti precisi, dico sempre “sto seminando”, non ho nulla di definito all’orizzonte. Mi sono trasferita a Roma perché sto studiando seriamente recitazione, avevo cominciato quando ero a Striscia ma adesso l’impegno è molto più costante, mi dedico di più a questo”.

  • Questo significa che oltre alla televisione, ti piacerebbe intraprendere la carriera cinematografica e/o teatrale?

“Assolutamente si. Preferisco il cinema e sto studiando per essere poliedrica, in tanti mi dicono che ho una verve abbastanza comica ed è quello che mi riesce meglio, ma è anche un modo per nascondermi, per non entrare troppo dentro ai sentimenti nelle parti drammatiche. In ogni caso sto studiando per essere completa”.

  • Come si fanno a vincere e combattere i pregiudizi legati alla bellezza estetica che una donna come te può incontrare?

“Si combatte sempre, soprattutto adesso che voglio fare cinema i pregiudizi aumentano perché chi esce dalla tv è visto in maniera “diversa” da chi sta dentro al mondo del cinema. ”Vabbè lei ha fatto la velina…” è la frase che ho sentito più spesso, come se fosse una cosa spregiativa. Io combatto ogni giorno ad ogni provino per dimostrare che chi viene dal piccolo schermo può fare anche altro. Inizialmente posso capire lo scetticismo perché molte persone sono impreparate, ma io voglio essere completa e preparata e metto il triplo d’impegno per imparare e crescere professionalmente anche in questo ambito”.

  • Com’è l’ambiente televisivo, come sono i rapporti con le persone che lavorano all’interno?

“Io credo che la cosa principale sia la perspicacia di sapere chi si ha davanti. Nel momento in cui si capisce con chi si ha a che fare, da quel momento ti devi sapere comportare. Io sono molto diffidente e non noto molte differenze tra il mio mondo e quello esterno, perché l’invidia c’è ovunque, gli stronzi sono ovunque. Nella vita bisogna essere bravi nel capire chi si ha davanti, a prescindere se si è personaggi pubblici o meno”.

foto 1-1

  • Invece la Costanza non televisiva che persona è?

“In tv cerco di portare quella che sono anche se non si ha la libertà di potersi far conoscere. Quando facevo la velina, ballando, non riuscivo a parlare ed era più complicato far capire come fossi. Nella vita normale sono una persona socievole e solare. In parecchi pensano che io sia una persona con la puzza sotto al naso e mi porto questa etichetta sin da quando sono piccola, ma in realtà non è così. Sono molto timida e diffidente, prima di aprirmi con qualcuno faccio un po’ di fatica”.

  • Con sport, hobby e tempo libero che rapporto hai?

“Ho fatto per 18 anni danza classica, poi con Striscia ho continuato a ballare ed è la più forte esigenza che sento. Adesso vado in palestra. A parte mantenere in forma il mio fisico mi piace tanto cucinare, specialmente i primi piatti, sono una mia passione. Mi cimento anche con i dolci ma non sempre mi vengono bene. Vorrei migliorare e credo che prima o poi farò un corso”.

  • Come gestisci i social network? Sei molto attiva su Instagram e Twitter.

“Tre anni fa mi sono creata un account Twitter quando ancora non era così di moda. Mi ha sorpreso perché non credevo avesse l’importanza che ha acquisito con gli anni. Mentre prima lo utilizzavo un po’ per gioco come poteva essere con Facebook, adesso sto attenta a quello che pubblico perché si ha una visibilità pazzesca, qualsiasi cosa tu dica vale quella. Quindi lo utilizzo anche per lavoro”.

  • Ed Instagram? Ormai c’è la mania dei selfie, uno studio americano ha pubblicato recentemente una ricerca secondo la quale l’auto-scatto è paragonabile ad una malattia. Credi sia così?

“Ma no! Non credo proprio sia classificabile come malattia! Ce ne sono tante altre ben peggiori e non sono considerate. I selfie ci sono sempre stati, prima forse andavano meno di moda e la gente li pubblicava soltanto su Facebook mentre adesso li condividono anche su Instagram. Per un personaggio pubblico non si fanno soltanto per divertimento, dietro c’è anche e soprattutto un’operazione di marketing perché vieni contattato da tanta gente e c’è uno scambio reciproco di pubblicità”.

  • Un tuo must, un tuo aforisma, è “ogni impedimento è giovamento”. Perché?

“Il fatto di aver partecipato al programma Veline non è stato semplice. Ero all’ultimo anno di liceo classico, il primo provino era a Palermo ma vivendo a Lentini mi fu impossibile andare li. Poi ne fecero uno a Catania e volevo andarci ma i miei genitori non erano tanto d’accordo…successe un casino ed alla fine mi accompagnò mio nonno. Un’altra volta avevo alcune selezioni da fare a Cefalù ma non potei partecipare perché erano i giorni degli esami di maturità. In extremis sono riuscita ad andare a Chioggia dove c’era l’ultima tappa e fortunatamente mi è andata bene pure li. Quindi ho avuto piccoli impedimenti che probabilmente mi hanno portato a dove sono adesso”.

  • Sei legata alla Sicilia? Riesci a tornare spesso?

“Alcune volte sento proprio l’esigenza di dover tornare. Quando voglio sparire dallo stress degli impegni il mio primo pensiero va giù e non vedo l’ora di scappare per tornare a casa e stare tranquilla”.

  • Sul piccolo schermo non perdi occasione per parlarne bene.

“Quando posso cerco di esaltare sempre la mia terra, parlando del mio paese, Lentini, che probabilmente in pochi conoscono. Spesso e volentieri, visto che mi piace cucinare, porto sempre in alto la pasta con pesto di pistacchio e pancetta, specificando un milione di volte “pistacchio di Bronte”. Sto aspettando che il sindaco me ne mandi almeno 50 chili! Parlo sempre del Catania, ormai è quasi diventata la mia squadra ufficiale, quando posso la sponsorizzo. In ogni caso con la mia cadenza la sponsorizzazione è automatica”.

  • So che tieni particolarmente ad un avvenimento che ci sarà tra pochissimi giorni, quale?

“Il 9-10 ed 11 maggio ci sarà una festa stupenda nel mio paese, ed è la festa di Sant’Alfio. Ogni anno cerco di venire perché l’emozione che dà questa festa è incredibile. E’ una festa che vorrei far conoscere a tutti i m iei amici che vivono al nord. Invito tutti a venire a Lentini per la festa di Sant’Alfio!”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi