Senza lasciare nulla al caso, ma con la voglia spasmodica di cominciare per testare il valore del gruppo, il concetto di squadra e le ambizioni da rafforzare verso la serie A partita dopo partita. L’Amatori Catania continua la preparazione al Benito Paolone, ex Goretti, sfidando la forma fisica cresce giorno dopo giorno e anche i piccoli, fisiologici acciacchi che arrivano dal lavoro duro e mirato applicato dal preparatore Raffaele Marino.

Si gioca e anche tanto, la filosofia della palla per affinare i movimenti in fase offensiva, le mischie e le soluzioni difensive. Ezio Vittorio pretende molto dai suoi giocatori e sta chiedendo il massimo per arrivare subito pronti all’urto del campionato. Campionato che metterà di fronte ai biancorossi subito una gara non facile, un derby complicato contro un Cus Catania ostico e quadrato. Una gara insomma tutta da vivere e che nonostante la consolidata collaborazione tecnica tra le due società, più l’Unione Rugby delle Aci nel progetto Siculorum Gimnasium, lascerà spazio solo all’agonismo e alla conquista della vittoria.

“Stiamo lavorando tanto e con grande intensità – afferma Fabio Borina – sarà un campionato duro ma che dovremo vincere assolutamente. Ci siamo rafforzati con ragazzi interessanti che troveranno un gruppo consolidato con atleti di valore. L’Amatori deve assolutamente tornare in Serie A e per farlo c’è bisogna di lavoro costante, voglia e applicazione sul campo”

“La partenza contro il Cus Catania non sarà facile anzi mi aspetto molte insidie da questa gara, ma noi siamo consapevoli della nostra forza e faremo di tutto per cominciare il campionato nel migliore dei modi”

Amatori Catania che continuerà la preparazione con quattro sedute previste per la prossima settimana e la società etnea si sta attrezzando per far disputare un’altra amichevole dopo la splendida sgambatura della scorsa settimana contro la formazione Elitè del Cus Catania.

Scrivi