CATANIA –  Tradizione, sapori  e creatività: sono questi gli ingredienti perfetti della riuscita collaborazione tra le due cucine di altissima qualità della Sicilia orientale,  La cucina di DonnaCarmela di Giarre e il Ristorante Coria di Caltagirone.

In un doppio appuntamento di andata e ritorno l’estro dello Chef Andrea Macca si è incontrato con la maestria dei due Chef stellati Francesco Patti e Domenico Colonnetta dando vita ad un tris d’assi dell’haute cuisine siciliana tra rivisitazioni della tradizione ed esprimenti culinari.

La passione per una vera e propria arte, sviluppatasi in Sicilia fin dall’antichità e strettamente collegata al nostro retaggio storico-culturale, si manifesta ancora una volta in tutte le sue sfaccettature di colori, profumi e sapori. La felice unione dei tre chef, legati dalla comune crescita alla corte del grande Ciccio Sultano, si è espressa non solo nella qualità e nel gusto dei piatti presentati, ma anche nell’atmosfera contagiosa di armonia e divertimento della cucina. «Con Andrea Macca ci conosciamo da ben dieci anni, lavoravamo insieme nella cucina di Ciccio Sultano, e queste serate sono state un modo piacevole per ritrovarci e collaborare nuovamente insieme» ha affermato lo Chef Francesco Patti.

«L’idea – aggiunge Domenico Colonnetta – è propria nata da questo voler condividere la nostra comune passione divertendoci noi in cucina e facendo divertire amici ed ospiti del Ristorante Coria e de La cucina di Donna Carmela».

La cena di andata a Caltagirone, e la seconda di ritorno a Giarre hanno permesso ai tre chef di creare dei menu misti in cui il talento e la creatività, ma soprattutto la gioia e l’amore per i prodotti della nostra terra, per gli ingredienti semplici e genuini danno ancora una volta risalto all’eccellenza culinaria della Sicilia.

«Rispetto per la stagionalità degli ingredienti e preparazioni lente e graduali: sono questi gli insegnamenti più preziosi del nostro maestro ed è così che si arriva all’equilibrio di un gusto unico, in cui si assapora la nostra storia, la nostra terra» continua lo Chef Andrea Macca. Ed in effetti nei piatti dei tre giovani chef si riscoprono le terre battute dal sole, gli agrumeti, le campagne, le coste frastagliate di quel microcosmo unico che la nostra cucina sa così ben riassumere nel palato.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi