“Riportare i fratelli Napoli in centro storico. Catania non può disperdere il suo patrimonio culturale”. Questa è l’istanza che i Giovani Imprenditori Confcommercio hanno rilanciato nell’ultimo Confaperitivo tenutosi lo scorso 13 maggio proprio presso la sede della Marionettistica Fratelli Napoli, da qualche anno trasferitasi al Centro Commerciale Porte di Catania .
L’appuntamento, che si conferma sempre più momento di aggregazione e di creazione di rete tra le imprese del sistema, questa volta ha scelto una location diversa rispetta al solito, pur rimanendo “alla scoperta della tradizione siciliana distribuita in chiave moderna”.
Dopo l’esibizione al gran completo di tutta la famiglia Napoli in una bellissima rappresentazione dell’opera dei pupi che ha lasciato davvero entusiasti i tanti intervenuti all’evento, il Presidente dei Giovani Imprenditori di Catania Pietro Ambra ha consegnato a Fiorenzo Napoli il Paladino della Cultura 2016, per l’impegno nella diffusione della cultura e della tradizione catanese.

“Il Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio – ha detto il Presidente Ambra – approfittando di questo appuntamento ormai consolidato  che, oltre a fare rete tra le imprese e essere occasione di incontro tra generazioni del Sistema Confcommercio, vuole essere un’ esperienza culturale alla scoperta delle nostre tradizioni, prende l’impegno di farsi promotore di un appello alle istituzioni della città per riportare l’arte e la tradizione dei Fratelli Napoli nel centro storico della nostra città. Dobbiamo contribuire tutti a rivitalizzare il cuore di Catania e renderlo attrazione fruibile dai cittadini”.
A proposito di centro storico è anche intervenuto Andrea Urzì, membro del Tavolo per le Imprese e responsabile della manifestazione “Facciamo Centro” che si svolgerà ‪domenica 22 maggio presso la Vecchia Dogana al Porto di Catania. Urzì ha anticipato l’iniziativa che vuole essere un dibattito pubblico tra le forze economiche, politiche e sociali affinché si rilanci il Centro Storico.
A seguire il Console Onorario dell’Arzebajan in Italia, per Sicilia e Calabria, Domenico Coco, oltre ad illustrare le potenzialità dell’importante paese estero, ha prospettato i possibili vantaggi per gli imprenditori che volessero investirvi viste le grandi opportunità di scambio e di relazioni commerciali. Il console ha quindi evidenziato per tutti i giovani imprenditori la possibilità di organizzare missioni promozionali in Arzebajan al fine di esportare le nostre eccellenze ed aprire ai nuovi mercati.
Come da tradizione poi, spazio alle imprese del Sistema Giovani di Confcommercio, questa volta è stato il turno di Giovanni Di Stefano e Lorena Santoro.
Giovanni Di Stefano, ha presentato la sua azienda la GD ComunicAzione, non una semplice agenzia di comunicazione ma una “factory”  dalla quale nascono idee destinate a divenire realtà per la crescita e lo sviluppo degli stakeholders privati e del settore pubblico. Un network composto da freelance della comunicazione, accomunati da peculiarità precise: serietà, professionalità, creatività.
Lorena Santoro, appena entrata nel direttivo dei Giovani di Confcommercio, ha presentato il suo MY SICILY – FAST Gourmet, nuova attività enogastronomica situata all’interno del centro commerciale Porte di Catania.  MY SICILY racchiude tutta la tradizione gastronomica di Sicilia servita nella formula fast food, nell’ottica di veloce e buono, sano e gustoso. MY SICILY si pone come modello di promozione della cultura enogastronomica siciliana in un format unico e innovativo.
I ringraziamenti e i saluti del presidente Ambra dopo la degustazione presso il MY SICILY FAST gourmet, dove ha anche ricordato i prossimi appuntamenti dei Giovani, in particolare la tappa catanese del roadshow di Ebay che si terrà il prossimo 7 giugno al Romano Palace e che rappresenterà un altro grande passo per il Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio di Catania.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi