CATANIA – È stata inaugurata questa mattina, nella Sala del Refettorio del Palazzo della Cultura, alla presenza dell’Assessore alla Scuola, Valentina Scialfa, e del Direttore dell’Accademia di Belle Arti, Virgilio Piccari, la mostra dei lavori, individuali e collettivi, prodotti dagli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado cittadine che hanno aderito al progetto “Scuola & Arte” realizzato, nel corrente anno scolastico, grazie al protocollo d’intesa sottoscritto dalle due Istituzioni.

Presso le scuole Battisti, Brancati, Carducci, Caronda, Cavour, De Roberto, Deledda, Diaz Manzoni, Giuffrida, Musco, Parini, Pestalozzi, Petrarca, Pizzigoni, Rapisardi e Vittorino da Feltre sono stati istituiti laboratori di arti visive le cui tipologie sono state definite secondo gli interessi e i bisogni formativi di ogni singola realtà scolastica, avvalendosi delle competenze degli ex allievi ed allievi del biennio specialistico dell’Accademia di Belle Arti, coordinati dalla professoressa Daniela Costa.
Gli alunni partecipanti sono stati impegnati in attività, svoltesi in orario antimeridiano o pomeridiano, che hanno spaziato dalla pittura alla fotografia e video, dal fumetto ed illustrazione ad urban art, ed ancora dalla plastica ornamentale alla scenografia e costume.

“L’iniziativa – ha spiegato l’assessore Valentina Scialfa -, coordinata dalla P.O. Attività Parascolastiche della Direzione Pubblica Istruzione, ha rappresentato una forte motivazione alla frequenza per quegli alunni a rischio di dispersione che sono stati stimolati alla conoscenza dei metodi e delle tecniche specifiche di ogni singola disciplina. L’educazione alle arti favorisce, infatti, una società creativa e rappresenta un valido strumento per l’integrazione sociale ed un aiuto per risolvere l’insuccesso scolastico dei giovani”. All’inaugurazione della mostra hanno preso parte i Dirigenti Scolastici, gli alunni partecipanti alle attività, gli allievi, gli ex allievi ed i docenti dell’Accademia di Belle Arti.
La mostra è visitabile da oggi fino al 23 maggio (ore 9.00 /13.00 e 15.00/19.00) e al 24 maggio (ore 9.00/13.00).

Scrivi